La canzone

“Con le nostre parole”: il rap degli studenti del Pesenti per studiare la letteratura

Una canzone rap creata su i concetti più importanti dell’Ottocento letterario

Nell’era delle scuola fatta non solo dai prof e dagli studenti, ma da una serie infinita di sigle: PTOF, CTS, RAV, PDP, PEI DSA, BES, AD, ASL, ecc. Noi ragazzi della 4A dell’istituto “Pesenti” di Bergamo, abbiamo cercato di prestare attenzione ad un nostro bisogno, che non è contemplato nei tanti acronimi esistenti: avere un metodo per ricordare per sempre ciò che si è capito e appreso, diversamente studiare diviene una fatica inenarrabile ed inutile.

“Con le nostre parole” presenta il nostro metodo. Una canzone rap creata su i concetti più importanti dell’Ottocento letterario. Basta schemi, basta riassunti, il rap parla per tutti e sostituisce tutto. La canzone è nata da questa necessità.

C’era tanto da ricordare, come si fa? La risposta è stata quella di sempre, c’è solo un metodo per ricordare: trovare i concetti chiave e memorizzarli, poi, lo studio li riempie di contenuti. “Con le nostre parole” è nata proprio con questo obiettivo: ricordare! E per memorizzare senza fatica e per sempre, abbiamo preso il rimario di Google e i concetti hanno preso la forma di versi.

Il gioco è piaciuto e con un po’ d’attenzione alla metrica e una base musicale, la canzone è nata. L’ottocento letterario sarà nella nostra memoria per sempre. Il risultato ottenuto è nei fatti: nessuno insufficiente in Italiano. Grazie alla nostra “Diversamente giovane” professoressa Sarlo che ci sprona ed incentiva sempre.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
PESENTI ALTERNANZA
Canzone e video
“Non siamo delinquenti, siamo gli studenti del Pesenti”: l’istituto contro il pregiudizio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI