BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tirocinio notarile, svolgimento anticipato per gli studenti dell’Università di Bergamo

Il Presidente del Consiglio Notarile di Bergamo, Maurizio Luraghi, e il Rettore dell’Università Remo Morzenti Pellegrini, hanno sottoscritto la Convenzione sul tirocinio per l’accesso alla professione notarile in concomitanza con l’ultimo anno del Corso di Laurea in Giurisprudenza

Il Presidente del Consiglio Notarile di Bergamo, Maurizio Luraghi, e il Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini, hanno sottoscritto quest’oggi la Convenzione sul tirocinio per l’accesso alla professione notarile in concomitanza con l’ultimo anno del Corso di Laurea in Giurisprudenza.

L’intesa consente agli studenti iscritti al Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza di svolgere presso i notai del distretto notarile di Bergamo i primi sei mesi di tirocinio per l’accesso alla professione notarile, in concomitanza con l’ultimo anno del Corso di Laurea.

La Convenzione tra Università degli Studi di Bergamo e Consiglio Notarile di Bergamo dà attuazione alla Convenzione quadro stipulata il 7 dicembre 2016 tra Ministero della Giustizia, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Consiglio Nazionale del Notariato.

L’ammissione allo svolgimento anticipato del tirocinio richiede che lo studente sia in regola con gli esami del Corso di Laurea e quindi che abbia superato tutti gli esami dei primi quattro anni.

Il tirocinio dovrà svolgersi secondo modalità idonee a garantire la frequenza dei corsi e la proficua conclusione degli studi universitari. Lo studio notarile deve essere frequentato in modo effettivo per almeno 200 ore nell’arco dei sei mesi, con una frequenza di almeno otto ore alla settimana, distribuite su almeno due giorni settimanali.

La Convenzione prevede anche collaborazione didattica tra il Consiglio Notarile e l’Università degli Studi di Bergamo. Nel dettaglio, il Consiglio Notarile si impegna a dare ampia diffusione agli studenti tirocinanti circa le iniziative formative attivate durante il periodo di tirocinio, anche in coordinamento con le Scuole di Notariato riconosciute dal Consiglio Nazionale del Notariato, e ad ammettere gli studenti tirocinanti a tutte le proprie iniziative formative.

Il Dipartimento di Giurisprudenza si impegna ad informare gli studenti, in merito alle offerte formative e ai percorsi finalizzati all’accesso alla professione notarile.

La Convenzione ha la durata di un anno, a decorrere dalla data di sottoscrizione (1 giugno 2018), e verrà rinnovata di anno in anno su espressa volontà delle parti.

Per l’Anno Accademico 2018/2019, gli studenti che intendano effettuare il tirocinio per l’accesso alla professione di Notaio devono presentare domanda entro il 31 gennaio 2019.

I referenti organizzativi per l’attivazione ed il coordinamento dei tirocini sono, per il Consiglio Notarile di Bergamo, i notai Marco Ruggeri ed Ernesto Sico, e per il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bergamo, il professor Antonio Banfi.

Maurizio Luraghi, Presidente del Consiglio Notarile di Bergamo: “Anticipare il tirocinio e avviare gli studenti alla pratica notarile prima della conclusione del percorso universitario risponde all’esigenza di far acquisire ai giovani una più immediata conoscenza culturale e metodologica della professione di notaio, ottimizzando i tempi di accesso al lavoro. Questa Convenzione – che si unisce ad altre iniziative congiunte tra notai e Università – crea un reale ed effettivo collegamento fra il contesto universitario e quello lavorativo-professionale, attraverso un dialogo più intenso e diretto fra mondo accademico ed attività notarile”.

Remo Morzenti Pellegrini, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo: “L’Università degli Studi di Bergamo crede fortemente nella costituzione di una filiera formativa delle professioni. L’accordo sottoscritto oggi con il Consiglio dei Notai conferma l’impegno dell’Università ad interagire con il mondo delle professioni e più in generale del lavoro fornendo agli studenti gli strumenti per intraprendere un percorso formativo completo e qualificato, in prospettiva di una futura e brillante occupazione”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.