BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Case di riposo, mille in attesa tra Val Cavallina e Sebino: rette sui 2mila euro

Sono 9 le strutture per la terza età. Oltre 700 i posti accreditati e 20 per l'Alzheimer, tutti nella Rsa di Lovere

Dopo avere elencato costi, posti letto e liste d'attesa nelle strutture presenti in città, nell'hinterland, nella Bassa, nell'Isola e nelle valli bergamasche, il viaggio di Bergamonews nel mondo delle case di riposo si sposta in Val Cavallina e nel Sebino, dove sono 9 le Residenze sanitarie assistenziali (Rsa) termine con cui vengono comunemente definite le strutture per la terza età: sono la Sant'Angela Merici di Casazza, la casa di riposo di Sovere, la Faccanoni di Sarnico, la Villa Serena di Predore, la San Giuseppe di Gorlago, la Papa Giovanni XXIII di Trescore Balneario, la Casa della Serenità di Lovere, la Contessi-Sangalli di Costa Volpino e la Buonomo di Tavernola Bergamasca (cliccando sui nomi si può andare direttamente al sito delle strutture, utilizzando la mappa interattiva che trovate sotto potete consultare gli indirizzi e i numeri di telefono utili).

Consultando i dati disponibili sul sito dell'Ats e delle singole residenze sanitarie assistenziali, sono 747 i posti accreditati sugli oltre 6 mila della provincia (20 quelli per i malati di Alzheimer concentrati nella Rsa di Lovere) e 631 quelli a contratto (per questi ultimi la Regione, tramite l'Ats, paga un contributo per le spese sanitarie, diversamente la retta è tutta a carico dell'utente). In questo caso il Pirellone riconosce 29 euro al giorno per i ricoverati a bassa intensità di cura, 39 per quelli di media intensità, 49 per l'alta intensità e 52 per i malati di Alzheimer. È utile ricordare, inoltre, che da quest'anno gli anziani in condizioni più gravi hanno diritto a un voucher annuale di 1.000 euro a integrazione della quota attualmente a carico della Regione per la copertura della spesa sanitaria. Il voucher, tuttavia, riguarda il 20% circa di questi ospiti, quelli appunto in condizioni più gravi.

Per quanto riguarda l'ambito della Val cavallina, tra gli obiettivi del nuovo Piano di zona (il principale strumento di programmazione triennale per gli interventi sociali e socio-sanitari) c'è anche quello di pensare a un nucleo di cura e ricerca per soggetti con Alzheimer, vista l'assenza di posti a disposizione.

Per quanto riguarda i costi, una giornata di degenza va da un minimo di 48,35 euro a un massimo di 100. Le rette sono differenziate in base al carico assistenziale richiesto e alla tipologia di camera assegnata (singola, doppia ecc...). In media, si va dai circa 1.725 ai 2.230 euro di spesa al mese, anche se i picchi possono essere molto più alti a seconda delle singole tariffe applicate dalle strutture.

Qui sotto le informazioni utili sulle Rsa:

Case di riposo: posti letto, liste d'attesa e rette in Val Cavallina e Sebino

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.