Promuovere la lettura nei giovani riscoprendo i romanzi classici - BergamoNews
Gli incontri

Promuovere la lettura nei giovani riscoprendo i romanzi classici

Torna il progetto "Un Grande Classico" con la nuova rassegna intitolata "Simbologie: gli animali in letteratura"

Torna per la nona edizione il progetto Un Grande Classico, la rassegna letteraria che vuole promuovere la lettura nelle giovani generazioni attraverso la riscoperta dei grandi romanzi classici.
L’edizione 2018 dell’iniziativa è intitolata “Simbologie: gli animali in letteratura” ed è dedicata a romanzi che hanno raccontato e spiegato la realtà e molti comportamenti umani attraverso la metafora degli animali, che diventano simbolicamente emblema dei vizi, delle debolezze, delle virtù, della paure e delle ossessioni dell’uomo. La rassegna si comporrà da 3 incontri, una proiezione e un laboratorio.

Il primo incontro si svolgerà allo Spazio Polaresco, giovedì 7 giugno e sarà dedicato al grande classico di Melville “Moby Dick”. All’interno della profonda e complessa struttura allegorica del romanzo, la balena diviene simbolo di tutto ciò che è ignoto e inafferrabile per l’uomo. Il romanzo verrà raccontato attraverso uno spettacolo corale in cui trampolieri, attori e musicisti riprodurranno le atmosfere del romanzo. Lo spettacolo è realizzato in collaborazione con la compagnia teatrale Chapati Teatro, i Trampolieri Anonimi e il duo di batteristi del progetto musicale Pulsar Ensemble, Filippo Sala e Sebastiano Ruggeri.

Si proseguirà poi mercoledì 13 giugno allo Spazio GATE con “Balla coi Lupi”, il romanzo di Michael Blake da cui è stato tratto il celebre film. Durante l’incontro lo scrittore e musicista Giuseppe Festa e il giovane scrittore bergamasco Nicola Rumi Crippa, racconteranno il romanzo decifrandone i motivi narrativi e simbolici legati al tema del lupo considerato come elemento narrativo rappresentativo del selvaggio, da intendersi sia in senso naturale che sociale.

Per l’ultimo incontro, che si terrà giovedì 14 giugno allo Spazio Edoné, si parlerà di uno dei romanzi classici più dissacranti e d’impatto di tutto il ‘900, “La Fattoria degli Animali” di George Orwell, in cui gli animali vengono antropomorfizzati per raccontare metaforicamente i pericoli dei regimi totalitari rintracciandone la genealogia delle forme di potere assunte dai maiali all’interno della fattoria. Il romanzo verrà raccontato attraverso testi originali e musiche prodotte dai ragazzi del Collettivo Ring Letterario, giovane collettivo di respiro artistico e letterario, fresco di reading e incontri in città. I membri del collettivo produrranno testi ri-attualizzando i temi del romanzo che verranno letti con l’accompagnamento musicale del duo Blueberries.

Tutti gli incontri inizieranno alle ore 21.30

In collaborazione con Lab80 Film, la rassegna letterario si arricchisce con la proiezione di un film le cui tematiche sono affini a quelle della rassegna. Domenica 10 giugno,  allo Spazio GATE, verrà proiettato ‘’Fantastic Mr Fox’’ di Wes Anderson, il primo film di animazione del visionario regista, tratto dal romanzo di Roald Dahl ‘’Furbo, il signor volpe’’e girato interamente in stop motion, parla delle avventure del Signore Fox che dopo anni di tranquilla vita decide, assieme alla comunità animale, di combattere contro i contadini a difesa della famiglia e degli amici.
La proiezione inizierà alle 21.30

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it