Quantcast
Ragazzi con sindrome di Down: BGY racconterà il loro percorso verso l'autonomia - BergamoNews
Aipd bergamo

Ragazzi con sindrome di Down: BGY racconterà il loro percorso verso l’autonomia

Nasce la collaborazione con l'Associazione Italiana Persone Down della nostra città che su BGY racconterà la vita dei ragazzi con sindrome di Down

Da quando è nato il nostro giornale dei giovani lo scopo è sempre stato quello di dare voce a tutti i giovani di Bergamo, a tutte le scelte di vita, a tutte le realtà, i sogni, i progetti, le paure, il passato, i pensieri degli adolescenti bergamaschi. Da oggi nasce la collaborazione con l’Associazione Italiana Persone Down della nostra città che su BGY racconterà  le esperienze, le avventure, le fatiche e le gioie del percorso di crescita verso l’autonomia dei ragazzi con sindrome di Down.

Ma, prima di tutto, cosa è l’AIPD?

L’ Associazione Italiana Persone Down (AIPD) si è costituita nel 1979 e si pone quale punto di riferimento per le famiglie e gli operatori sociali, sanitari e scolastici nell’educazione e nell’accompagnamento verso la vita autonoma di persone con la sindrome di Down. Oggi AIPD conta 39 sezioni in tutto il territorio nazionale ed ha la sua sede centrale a Roma.

La Sezione di Bergamo nasce nel settembre 2004 dallo sforzo congiunto di alcune famiglie, con lo scopo di favorire il pieno sviluppo sociale, mentale ed espressivo delle persone trisomiche.
AIPD intende raggiungere tale obiettivo accompagnando le famiglie nelle sfide quotidiane che si trovano ad affrontare ogni giorno: dalla nascita all’età adulta, dalla scuola al lavoro, dall’educazione all’autonomia, al pieno inserimento nella società.
Aipd intende promuovere la Ricerca e lo Studio degli interventi più idonei allo sviluppo delle potenzialità dei ragazzi e, per far ciò, offriamo agli Organi Legislativi e di Governo delle Regioni e degli altri Enti Locali una responsabile collaborazione nell’elaborazione di Programmi e Piani di Sviluppo.

È inoltre intenzione di AIPD organizzare ogni attività atta a favorire l’inserimento di tutte le persone con Sindrome di Down nella società e nel mondo del lavoro, incoraggiare la loro integrazione a tutti i livelli ed organizzare progetti di Autonomia.

L’Associazione non persegue fini di lucro, anche indiretto, ma di solidarietà ed utilità a favore delle persone Down e delle loro famiglie, indipendentemente dalla loro iscrizione a socio.
Oggi AIPD conta un centinaio di ragazzi aderenti ai vari progetti ed iniziative e oltre il centinaio sono i Soci iscritti all’Associazione

Tra i vari Progetti proposti da AIPD elenchiamo:

Percorsi Nascita: affiancamento alle famiglie e ai neonati nei primissimi giorni di vita.

Un due tre stella …per i più piccoli: Dagli 0 ai 5 anni, un progetto di gioco, relazione e conoscenza per bambini e genitori.

Il Circolo dei cuochi: progetto educativo rivolto ai bambini dai 6 ai 10 anni

Diventare Grandi: un progetto Educativo, per lo sviluppo verso l’Autonomia, rivolto ai ragazzi dagli 11 ai 14 anni

Buon Tempo: rivolto ai Giovani Adulti di AIPD, che mira allo sviluppo delle autonomie, prima di tutto autonomia di scelta, con l’obiettivo di trascorre il proprio tempo libero con il proprio gruppo di amici, tempo libero di qualità…insomma tempo buono!

Ciao Io Vado! Residenzialità: percorsi educativi che mirano alla responsabilizzazione del Giovane Adulto verso esperienze esterne rispetto alla famiglia, con l’obiettivo dello sviluppo sempre più responsabile verso l’Autonomia e la capacità di Adattamento alle varie situazioni, sia per se stessi che per la socialità.

Non solo Vacanza!: per trascorrere periodi di vacanza al mare, in montagna o in città, per favorire l’autonomia, la condivisione del tempo e degli spazi, la socializzazione e l’adattamento all’ambiente e nelle relazioni interpersonali…

Gruppo Identità : gruppo psicologico per giovani adulti con la sindrome di down

E, infine, percorsi di formazione al Lavoro, Tirocini e Stage, per favorire l’integrazione nei contesti lavorativi, la formazione sul lavoro, lo sviluppo delle capacità personali e professionali, affiancando le aziende oltre che i colleghi e lo stesso lavoratore.

Chi sono i professionisti di AIPD?

Coordinatori (pedagogisti che si occupano dell’organizzazione del progetto (stesura della convenzione e contatti con l’ente accreditato, delle equipe con il tutor educativo, si interfacciano con la famiglia e l’azienda, accompagnandoli nel percorso), Educatori – tutor educativo(educatori professionisti con ampia esperienza in campo di inserimenti lavorativi che si occuperanno del monitoraggio del tirocinante, dell’apprendimento della mansione e delle regole del contesto e della mediazione tra tirocinante e colleghi), e la figura del Supervisore (psicologi e psicoterapeuti che si occupano della supervisione al caso)
Per non dimenticarci dei volontari che arricchiscono i nostri gruppi di freschezza e energia!

Nei prossimi mesi vi racconteremo le esperienze, le avventure, le fatiche e le gioie del percorso di crescita verso l’autonomia dei ragazzi di Aipd Bergamo…restate connessi!

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
la bellezza in tutte le sue forme
La storia
Maria e Linda, ragazze down e il loro percorso per essere assistenti parrucchieri
ragazzi down
Le storie
Ragazzi con sindrome di Down, la loro estate per diventare grandi
ragazzi down
La lettera
I ragazzi Down e il cromosoma dell’amore: “Mi piace quando mi chiama cucciolina”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI