BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Aggredì coetaneo a calci e pugni facendogli perdere 3 denti: arrestato 22enne

Il giovane, già noto per reati legati allo spaccio di stupefacenti, è stato condannato in via definitiva per i fatti risalenti all'estate del 2015.

In una notte d’estate del 2015 aveva aggredito, in concorso con altri, un coetaneo che per le percosse aveva perso tre denti: quasi tre anni più tardi, in seguito alla condanna in via definitiva a due anni di reclusione, gli agenti del commissariato di Treviglio hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento di carcerazione emesso dal procuratore generale di Bergamo Walter Mapelli, un giovane di 22 anni.

Il ragazzo, nato e residente proprio a Treviglio e già noto alle forze dell’ordine per reati legati allo spaccio di stupefacenti, era stato protagonista dell’aggressione per futili motivi fuori da un bar nei pressi della biblioteca comunale di Treviglio: alla vittima, poi accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale di Treviglio, a causa di violenti calci e pugni ricevuti erano stati asportati tre denti e assegnata una prognosi di oltre 40 giorni.

Dopo le incombenze del caso e il fotosegnalamento, l’arrestato è stato portato in carcere a Bergamo per scontare la propria pena per lesioni gravi.

Il 22enne era già da tempo strettamente monitorato dalle forze dell’ordine per il suo comportamento ed era anche stato sottoposto alla libertà controllata.
Era balzato agli onori della cronaca anche l’8 giugno del 2016, quando aveva cercato di truffare tre spacciatori, fornendogli tre chilogrammi di polvere biancastra pagata come stupefacente, rivelatasi poi essere farina doppio zero. Nell’occasione era intervenuto anche il personale del Commissariato di Treviglio che aveva sequestrato il grosso pacco in stagnola. Il “truffatore” per tenere a bada i tre spacciatori che erano comunque riusciti con difficoltà a rintracciare la sua abitazione e volevano indietro i soldi, aveva provveduto a rincorrerli minacciandoli con un coltello.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.