BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gaming

Informazione Pubblicitaria

Processori incandescenti? Non con il giusto dissipatore: ad aria, a liquido o “Ak”

Più informazioni su

Buongiorno a tutti e bentornati nella rubrica di Bergamonews in collaborazione con Ak Informatica, nella quale tratteremo i vari sottoinsiemi del mondo del personal computer nel modo più semplice e completo possibile.

Il tema di oggi sono i dissipatori, ovvero quelle componenti di fondamentale importanza grazie a cui il nostro processore non diventerà un fornello, raffreddando il case tramite l’immissione di un flusso d’aria generato da una ventola o di un liquido apposito e, soprattutto nel caso del gaming, rendendo tutta la macchina più bella esteticamente.

I dissipatori si dividono in tre categorie, più una bonus che chiameremo “versione Ak”, dal nome del suo inventore.

La prima, più semplice ed economica (si parla di circa 26/30€ per i modelli basici), è quella dei dissipatori ad aria, composti da un blocco di ferro e da una o più ventole che, grazie ad una pasta termica posta tra i due componenti, permette di creare un flusso d’aria che poi sarà eiettata sul processore, permettendogli di lavorare a pieno regime e, soprattutto, al massimo delle sue possibilità.

La seconda categoria è quella dei dissipatori a liquido all-in-one, con un prezzo dai 50€ in su, composti da un radiatore, una pompa e dei tubi opachi che, grazie ad un liquido non termoconducente, permettono una dissipazione più efficiente rispetto alla categoria precedente, ma con un rischio più elevato, dal momento che se la pompa dovesse rompersi o guastarsi, l’intero blocco dovrà andare immediatamente in riparazione, azione di cui, tendenzialmente, i “colleghi ad aria” non hanno bisogno, vista la semplicità della struttura.

La terza categoria è quella dei dissipatori a liquido custom, oggetti creati apposta per le configurazioni di alto livello, per tutti coloro che ambiscono ad una qualità di dissipazione superiore ad un normale “all-in-one” e che, allo stesso tempo, desiderano qualcosa di veramente bello da vedere. Il costo è elevato, si parla di circa 350/400€ più le spese di manutenzione, per dissipatori di questo tipo infatti è richiesta una manodopera specializzata vista l’alta possibilità di personalizzazione data all’utente che, tra le altre, può modificare a suo piacimento aspetti estetici come il colore del liquido o dei led del radiatore. Anche qui però non è tutto rose e fiori, infatti la manutenzione richiesta è tanta e costosissima, dopo qualche mese bisogna infatti smontare del tutto il dissipatore, pulirlo completamente e cambiare il liquido, cose che negli “all-in-one” non è richiesta.

L’ultima categoria, quella “Ak”, è una sorta di bonus che dà un colpo al cerchio e uno alla botte, facendo contenti un po’ tutti. Per coloro che infatti non si possono permettere un “Custom” o che non hanno tempo per dedicarcisi, Ak ha creato un ibrido più economico (si parla di circa 50€ più le spese di manutenzione) dove, partendo da una struttura “all-in-one”, vengono rimossi i tipici tubi opachi e, al loro posto, ne vengono montati altri, più morbidi e trasparenti, che permettono un effetto “custom” molto fedele a quello originale.

Se per caso, di fronte all’ormai ampissima scelta che il mercato fornisce, vi sentiste spaesati, quelli di Ak hanno tre consigli per voi, a seconda del budget che siete disposti a spendere.

Per il livello base il meglio su cui potete puntare è il “Cooler Master Masterliquid Lite 120 o 240”, per configurazione che richiedono poca dissipazione e adattabile con quasi tutti i processori (https://shop.akinformatica.it/catalogo/liquido/dissipatore-cpu-a-liquido-cooler-master-masterliquid-lite-240_4719512063200.aspx).

Per il livello medio vi consigliamo un “Cooler Master Masterliquid Pro 120 o 240”, fratello maggiore del modello precedentemente nominato ma molto più performante e adatto a configurazioni più avanzate (https://shop.akinformatica.it/catalogo/liquido/dissipatore-cpu-a-liquido-cooler-master-masterliquid-pro-240_4719512051672.aspx).

Per il livello finale è invece suggerito un “NZXT Kraken X52 liquid cooler – Led RGB”, per ora solo preordinabile, perfetto per quasi tutti le configurazioni e dall’aspetto maestoso, visti i led ad esso applicati (https://shop.akinformatica.it/catalogo/liquido/dissipatore-cpu-a-liquido-nzxt-kraken-x52-liquid-cooler—led-rgb—2x120mm–nzxtpromo_5060301693191.aspx).

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.