Quantcast
Adorazione eucaristica in riparazione al gay pride - BergamoNews
Dai frati cappuccini

Adorazione eucaristica in riparazione al gay pride

Lunedì 21 maggio alle 20.45 alla chiesa del convento dei frati Cappuccini un'"adorazione eucaristica in riparazione del gay pride"

L’invito è per lunedì 21 maggio alle 20.45 alla chiesa del convento dei frati Cappuccini: un’adorazione eucaristica in riparazione del gay pride.

A due giorni esatti dall’appuntamento, del primo Gay Pride a Bergamo, un gruppo di associazioni cristiane ha deciso di organizzare un momento di preghiera “in riparazione”. Promotore dell’iniziativa è il circolo Partito della Famiglia di Seriate, aderiscono il Coordinamento Pdf Provincia di Bergamo, il Movimento per la Vita Val Cavallina, Intercomunione Bergamo/Brescia; Circoli “La Croce” Bergamo e, infine, il movimento “Preghiera delle mamme”.

Se da una parte si pregherà per “riparare” alla manifestazione di sabato 19 maggio, dall’altro non si deve dimenticare il titolo del Bergamo Pride 2018: “Educare alle differenze per combattere l’odio”. “I diritti civili non hanno orientamento sessuale e sono tra i beni più preziosi per ognuno. Coloro che disseminano e fomentano l’odio tentano ripetutamente di limitare, distruggere e azzerare i diritti civili, colpendo tutti indistintamente – annunciano i promotori del Bergamo Pride 2018 -. Abbiamo bisogno di un nuovo Risorgimento che parta dall’educazione alle differenze e al rispetto dei diritti civili per una nuova rinascita italiana”.

Più informazioni
leggi anche
gay pride bergamo
Giacomo angeloni
“Veglia per il Gay pride? Questi rovinano il clima di dialogo caro a Papa Francesco”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it