• Abbonati
Val gandino

Sciame tra le mura della basilica, esperto salva le api a Gandino fotogallery

Curioso episodio a Gandino quando, verso le 12 di martedì 8 maggio, uno sciame di api ha scelto le pareti perimetrali della Basilica di Santa Maria Assunta per cercare una nuova sistemazione.

Curioso episodio a Gandino quando, verso le 12 di martedì 8 maggio, uno sciame di api ha scelto le pareti perimetrali della Basilica di Santa Maria Assunta per cercare una nuova sistemazione.

Le api, prima di scegliere una delle cavità presenti nelle antiche pietre della chiesa, hanno ronzato vorticosamente in gran numero nelle vicinanze della parrocchiale.
Allertati da questo sciame d’api, i commercianti della zona hanno richiesto l’intervento di Franco Parolini, un esperto apicoltore di 78 anni che – con l’apposita attrezzatura – è prontamente intervenuto per rimuovere delicatamente le migliaia di api.

Nelle fasi conclusive delle operazioni, in suo aiuto è intervenuto il figlio Alberto, da poche settimane Presidente Provinciale degli Apicoltori Bergamaschi.

“La sciamatura – spiega Parolini – è un processo naturale attraverso il quale si duplicano le famiglie delle api. In primavera, all’interno dell’alveare, l’attività diventa frenetica grazie alla fioritura: le api vivono infatti il periodo di massima raccolta e si moltiplica la creazione di celle reali. Con la nascita della nuova ape regina, quella vecchia cerca casa altrove sciamando all’esterno con un gran numero di api”.

Fra le 14 e le 15, ad ammirare le operazioni di recupero degli insetti, si è radunata una piccola folla di curiosi, tra cui l’ex sindaco del paese Gustavo Maccari, il Vicario don Giovanni Mongodi e il dottor Claudio Lazzaroni.

Non è il primo episodio simile che si verifica a Gandino, dato che negli ultimi anni sono stati recuperati diversi sciami anche nel vicino giardino del Centro Pastorale in via Bettera, dove risiede il Parroco don Innocente Chiodi.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI