BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Serve un’altra impresa per rivedere l’Europa: Atalanta, c’è l’esame-Lazio

I nerazzurri sono ospiti della formazione di Inzaghi per difendere il sesto posto che garantirebbe l'accesso diretto all'Europa League

Partita di straordinaria importanza e delicatezza quella che attende quest’oggi l’Atalanta che farà visita alla Lazio.

La doppia vittoria contro Torino e Genoa, consente agli uomini di Gasperini di affrontare questo difficile impegno con il vantaggio di 4 punti su Samp e Fiorentina. Il Milan è attualmente a +2 dopo la vittoria nell’anticipo col Verona, ma ha – appunto – una gara giocata in più.

Uscire indenni dal match con i biancazzurri consentirebbe ai nerazzurri di presentarsi con fiducia allo scontro diretto di domenica prossima proprio contro il Milan all’Atleti Azzurri.

L’impresa è però difficile: i rossoneri hanno strapazzato 4-1 l’Hellas e si sono portati momentaneamente a +2. Questo significa che, per arrivare allo scontro diretto davanti al Milan, la Dea dovrebbe fare il colpaccio a Roma, cosa ovviamente non impossibile.

Cerchiamo allora di vedere il classico bicchiere mezzo pieno. Così vi dico, per i pochi che non lo sapessero, che la Lazio dovrà fare a meno di Immobile, Parolo e Radu. È chiaramente soprattutto l’assenza del bomber della nazionale che rende forse più abbordabile la gara, visto che il giocatore biancazzurro viaggia ad una media vicina ad un gol a partita e sono pochissime le difese che non è riuscito a perforare. Ovviamente la Lazio non è solo Immobile, ma direi una bugia se affermassi che sono dispiaciuto per la sua assenza.

La squadra di Inzaghi è, a mio avviso, una di quelle che gioca il più bel calcio: compatta in difesa, geometrica a centrocampo, veloce e tecnica in avanti (è la squadra che ha segnato più gol di tutte, ben 84). E ha la fortuna di poter contare su uno dei più grossi talenti del nostro calcio, il serbo Milinkovic Savic che molte squadre europee stanno da tempo inseguendo. Tra l’altro voci di corridoio affermano che in caso di partenza del serbo il prossimo anno, uno dei possibili sostituti potrebbe essere il nerazzurro Bryan Cristante.

A seguito delle assenze di cui ho scritto, mister Inzaghi impiegherà probabilmente Caceres in difesa e Caicedo in attacco. Verso la conferma anche il giovane Murgia, probabilmente preferito a Lukaku per rimpiazzare Parolo.

Mister Gasperini dovrà invece certamente rinunciare allo squalificato Caldara, che sarà sostituito da Palomino. Anche Petagna ha qualche acciacco per cui è probabile che venga riconfermato Barrow.

L’Atalanta di Gasperini ci ha abituato alle più belle imprese: che sia anche questa la domenica buona?

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.