BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giorgio Magnocavallo è sicuro: “Lazio-Atalanta non finirà in parità”

Domenica la delicatissima trasferta dei nerazzurri nella Capitale: "I nerazzurri ci hanno abituato a certe grandi imprese, ma sarà più importante la sfida col Milan"

Giorgio Magnocavallo non è mani banale nelle sue dichiarazioni e ha sempre le idee chiare. E anche a proposito di Lazio-Atalanta (“sono un doppio ex… collaudato, mi hanno chiamato tutta la settimana da Roma e qui, ormai sono abituato”) si sbilancia. Sul risultato: “Non finirà in parità”. E sulla formazione: “Non sono convinto che l’Atalanta partirà con Barrow, credo più a uno schieramento con Cristante, Ilicic e Gomez”.

Intanto partiamo da un dato di fatto, cioè che si affrontano le due squadre più in forma del campionato, 17 punti nelle ultime sette partite. Magno è d’accordo: “E’ vero, lo dicono i numeri e anche il gioco. Sarà una bella partita, l’Atalanta parte in leggero vantaggio perché a loro ne mancano tre. Però si gioca all’Olimpico davanti a 50-60 mila spettatori… L’Atalanta comunque è ormai abituata a queste imprese, anche se sarà più importante vincere la prossima sfida contro il Milan”.

Però anche all’andata Immobile nonn c’era e l’Atalanta aveva Petagna che ora non sembra disponibile: “Immobile è meglio che non giochi, uno come lui è un pericolo sempre. Ma il destino è, come si dice? nelle nostre mani e l’Atalanta dovrebbe essere in grado di affrontare un esame duro come quello con la Lazio. Però, come dicevo prima, spero che si batta poi il Milan: la sconfitta con la Lazio ci può stare”.

In che senso scusi? In casa della Lazio hanno vinto il Napoli (4-1), poi Torino (3-1), Genoa (2-1) e per ultima la Juventus due mesi fa (1-0). Quindi una sconfitta non la meraviglierebbe? “Beh, ci sta, loro sono in forma. Parti alla pari, certo, però loro davanti fanno paura, sono bravi. Manca Caldara? Secondo me incide di più l’assenza di Immobile per loro”.

Magno, abbiamo scoperto Barrow e… contro la Lazio lo vedremo subito in campo? “Io credo che in questa partita l’allenatore farà giocare i più esperti, va bene la gioventù però contano i nervi, la resistenza in sfide come questa, più che l’istinto di un giovane. Credo che partirà con Cristante, Gomez e Ilicic, poi Gasp non gioca mai per il pari e potrebbe riservarci qualche sorpresa, chiaro. Barrow è bravo. Come ha fatto a inserirsi così bene? Eh, sta giocando in un’Atalanta dove da due anni chi entra fa comunque bella figura”.

Magnocavallo spiega poi la sua idea: “Gasperini non butta allo sbaraglio i giovani, è intelligente. E Barrow potrebbe servire durante la partita, come sicuramente sarà molto più utile contro il Milan per aprire la loro difesa”.

È tornato alla grande anche Ilicic, Gomez non segna ma fa assist… Magno conclude: “Ormai questa Atalanta ci ha abituato a rendere normali anche le cose più difficili. E io che ho sentito spesso in questi giorni le campane romane posso dirvi che temono molto l’Atalanta: sono due squadre che stanno bene e vogliono vincere, perciò dico che non finirà in parità. Anche se all’Atalanta starebbe bene il pareggio, ma la partita da vincere è quella col Milan”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.