BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salute

Informazione Pubblicitaria

“Chi ha gambe ha testa” nel parco di Humanitas Gavazzeni: mettere in moto il corpo aiuta cervello

Un percorso di 1 chilometro lungo i viali del parco di Humanitas Gavazzeni per mettere in moto il corpo. 14 cartelli con esercizi di memoria e logica ideati dai neurologi della provincia di Bergamo con il coordinamento del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria Ats Bergamo, per mettere in moto il cervello.

Un percorso di 1 chilometro lungo i viali del secolare parco di Humanitas Gavazzeni per mettere in moto il corpo. 14 cartelli con esercizi di memoria e logica ideati dai neurologi della provincia di Bergamo con il coordinamento del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria Ats Bergamo, per mettere in moto il cervello. Questo è “Chi ha gambe ha testa”, progetto di prevenzione del decadimento cognitivo e di miglioramento dello stile di vita, che da maggio trova casa in Humanitas Gavazzeni.

Gli esercizi proposti in forma di gioco aiutano a ottimizzare e mantenere giovani le capacità sensoriali, di memoria, concentrazione e ragionamento, oltre ad allenare le naturali strategie di apprendimento. Abbinare il movimento del corpo all’allenamento della mente promuove un invecchiamento attivo e in buona salute. Anche il semplice camminare, infatti, previene l’insorgere di malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione arteriosa, obesità e depressione, tutte condizioni per il possibile sviluppo di demenze. Per questo si può dire che fare esercizio con regolarità previene indirettamente anche il decadimento cognitivo.

Il successfulageing è un tema molto sentito dalla comunità scientifica: complice l’invecchiamento della popolazione mondiale, è forte l’esigenza di mettere in campo tutte le azioni possibili volte a garantire alle persone un buono stato di salute fisica e mentale sul lungo periodo. Da qui l’idea di installare il percorso all’interno del parco dell’ospedale, esperimento unico sul territorio lombardo, a beneficio dei pazienti, dei loro familiari, ma anche di dipendenti e Gruppi di Cammino attivati e coordinati da Ats Bergamo.

«Siamo felici di ospitare questo progetto – spiega Giuseppe Fraizzoli, Amministratore delegato e direttore generale di Humanitas Gavazzeni e Castelli -, a cui hanno preso parte anche i nostri neurologi guidati dalla dottoressa Paola Merlo. Abbiamo la fortuna di avere in Gavazzeni un parco secolare, con alcune specie arboree rare e angoli suggestivi che sicuramente potranno dare beneficio a quanti vorranno intraprendere questo percorso di cammino abbinato all’attivazione mentale. Humanitas Gavazzeni è da sempre impegnata in iniziative di prevenzione e diffusione di stili di vita sani”.

Trattandosi di una location con esigenze particolari, i visitatori esterni interessati al percorso potranno usufruirne unendosi ai Gruppi di Cammino di Ats Bergamo, per i quali è previsto un semplice metodo di accreditamento, a tutela di sicurezza e privacy degli ospiti dell’ospedale.

Accreditamento per i Gruppi di Cammino di Ats Bergamo

I Gruppi di Cammino di Ats Bergamo possono accedere al percorso “Chi ha gambe ha testa” in Humanitas Gavazzeni il sabato mattina, dalle 9 alle 12, in un numero massimo di 30 persone.

Per accedere è necessario l’accreditamento specificando il nominativo del referente del Gruppo e il suo recapito telefonico, almeno una settimana prima, via mail, ad Ats Bergamo a: giuliana.rocca@ats-bg.it e paolo.brambilla@ats-bg.it

Chi ha gambe ha testa

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.