BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna Pasturs, giovani volontari accanto ai pastori per difendere greggi dai predatori fotogallery

Torna Pasturs, il progetto che intende ridurre i rischi conseguenti alla presenza dei grandi predatori (Orso e Lupo) sulle Orobie

Dopo il successo degli ultimi due anni sulle Orobie Bergamasche torna Pasturs, il progetto che intende ridurre i rischi conseguenti alla presenza dei grandi predatori (Orso e Lupo) sulle Orobie messo in campo su iniziativa di Cooperativa Eliante Onlus, Coldiretti Bergamo, Parco delle Orobie Bergamasche e WWF Bergamo – Brescia con la collaborazione di Regione Lombardia nell’ambito del progetto LIFE Gestire 2020 “Natura che Vale”.

L’edizione 2018 vuole confermare quanto di positivo è stato fatto nello scorso biennio, quando oltre 100 volontari hanno percorso le valli orobiche per aiutare 9 pastori nelle loro attività quotidiane di gestione e protezione delle greggi. L’intento è sempre quello di migliorare la convivenza tra pastori e grandi predatori per raggiungere un duplice obiettivo: da un lato la salvaguardia di specie protette a livello comunitario, dall’altro il proseguimento del percorso di differenziazione positiva dei prodotti derivanti dalle attività zootecniche orobiche, con una ricaduta virtuosa per tutta l’economia locale.

A ulteriore riprova del successo di Pasturs la collaborazione ancora più stretta di Coldiretti Bergamo, che affianca i partner “storici” del progetto: “L’esperienza Pasturs ha dimostrato nei fatti come la pastorizia sia in grado di evolversi positivamente senza per questo rinunciare ai suoi valori storici e tradizionali” ha affermato Gianfranco Drigo, direttore di Coldiretti Bergamo, che ha aggiunto: “È importante dare continuità a progetti di questo genere e per questo Coldiretti Bergamo ha deciso di impegnarsi in maniera diretta a sostegno di Pasturs”.

Promuovere la convivenza tra ecosistemi naturali e attività umane è la mission di Eliante e Pasturs la coglie appieno. Proseguire questa esperienza positiva ci entusiasma e non vediamo l’ora di coinvolgere altri volontari per proseguire il buon lavoro fatto nel 2016 e nel 2017” ha commentato Mauro Belardi, presidente della Cooperativa Eliante Onlus.

Gli fa eco Danilo Rossi, presidente di WWF Bergamo-Brescia: “Non bisogna dimenticare che il progetto migliora il rapporto di fiducia tra le posizioni degli ambientalisti e gli allevatori in questa area naturale, anche grazie allo scambio delle reciproche “conoscenze”. Tale collaborazione ha reso tutti i protagonisti certamente più responsabili, migliorando di conseguenza la consapevolezza che la conservazione della biodiversità porta vantaggi a tutti”.

Chiude Yvan Caccia, presidente del Parco delle Orobie Bergamasche: “Il pregio più grande di Pasturs è la sua capacità di unire generazioni diverse e di facilitare la convivenza tra uomo e le altre specie che abitano le Orobie. Le nostre montagne sono caratterizzate da grandi bellezze naturali e attività tradizionali vecchie di decenni; fare in modo che entrambe concorrano a valorizzare al meglio il nostro territorio è basilare per il bene della nostra realtà”.

In sinergia con il progetto Pasturs ci saranno poi le azioni messe in atto da Regione Lombardia nell’ambito del progetto LIFE Gestire 2020 “Natura che Vale”, che sosterrà le azioni di Pasturs con l’intento di promuovere una gestione virtuosa del territorio.

ISCRIZIONI:
Le iscrizioni per i volontari sono aperte dal 30 aprile al 7 maggio 2018, i volontari devono compilare il modulo di candidatura presente sul sito www.pasturs.org
Il periodo di attività dei volontari in alpeggio va da luglio ad agosto. Le attività potranno riguardare la sistemazione dei recinti, la sorveglianza del gregge, l’aiuto nella gestione dei cani, la sensibilizzazione e informazione dei turisti, la tutela della biodiversità e della zootecnia. Per gli studenti universitari possibilità di tirocinio e riconoscimento dei crediti formativi compatibilmente con l’Università frequentata.

Sito: www.pasturs.org  Mail: pasturs@wwfbergamo.it Tel: 347 3902619

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.