BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primavera, tutto quello che non può mancare nel vostro armadio: parola d’ordine, colore

Pronti per andare a caccia delle dodici tonalità emergenti della Primavera-Estate 2018

Più informazioni su

Alzi la mano chi da bambino non ha giocato almeno una volta a “Strega Comanda Colore”? Nessuno? Allora siamo tutti pronti per andare a caccia delle dodici tonalità emergenti della Primavera-Estate 2018 decretate da Pantone. Ma…che cosa è Pantone?
Pantone Inc. è un’azienda statunitense che si occupa principalmente di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema di identificazione di questi ultimi. È divenuto la norma internazionale per quanto riguarda la grafica ed è utilizzato anche per la gestione dei colori nell’industria, nella chimica e nel mondo del fashion.

moda primavera

Le tonalità spaziano da quelle più vivaci e frizzanti, come il giallo Meadowlark o il rosso Cherry Tomato, a quelle più delicate e glaciali dei rosa e degli azzurri, o alla serenità del verde Arcadia.
La gamma cromatica comprende tinte pastello, adatte alle cerimonie che, complice la bella stagione, cominciano a proliferare sul calendario.
Le cromie più appariscenti richiedono un abbinamento più neutro: si prestano bene le tonalità metallizzate o gli intramontabili black & white. Provare per credere!
Accanto alle tonalità emergenti troviamo i grandi classici: il blu Sailor Blue, il grigio Harbor Mist, il beige Warm Sand e il bianco Coconut Milk, versatili e facilissimi da abbinare, accostando magari un accessorio più ricercato.

moda primavera
 

La parola d’ordine per questa stagione è una sola: colore!
A proposito di colore, non posso non raccontarvi questa chicca: esiste un Pantone della Regina! L’agenzia londinese Leo Burnett infatti, in collaborazione con Pantone, ha ideato e realizzato, in una tiratura limitata di sessanta copie, una mazzetta cromatica per celebrare i sei decenni di regno di Elisabetta II contenente alcuni degli abiti iconici indossati da Lillibet.

Certo, noi comuni mortali non possediamo una mazzetta a cui guardare per trarre ispirazione per il look, ma con un pizzico di fantasia e un occhio alle tendenze anche noi possiamo essere impeccabili, con l’approvazione di Sua Maestà!

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.