BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sapori del Vescovado”, è nato il brand delle eccellenze gastronomiche dell’Hinterland fotogallery

Il progetto è stato presentato con un evento ad-hoc all'istituto statale di istruzione superiore “Guido Galli” a Bergamo, alla presenza dei rappresentanti dei Comuni dell'ente di promozione turistica e delle realtà produttive locali.

Passione, dedizione, tradizione e innovazione: sono questi gli ingredienti da cui nascono i tanti prodotti d’eccellenza del territorio delle Terre del Vescovado. Si tratta di preziosi vini e distillati all’olio d’oliva, miele, confetture, salumi e prodotti caseari, birre artigianali e molte altre prelibatezze realizzate dai produttori locali.
Per valorizzare questa ricchezza è nato il marchio “Sapori del Vescovado”, che contraddistingue i prodotti di punta di ciascuna azienda associata alle Terre del Vescovado, una selezione di eccellenze enogastronomiche bergamasche, sapori ricchi di storia, simbolo della qualità e del legame dei produttori con il territorio. Il progetto è stato presentato con un evento ad-hoc all’istituto statale di istruzione superiore “Guido Galli” a Bergamo, alla presenza dei rappresentanti dei Comuni dell’ente di promozione turistica e delle realtà produttive locali.

In occasione di questa iniziativa, organizzata dalle Terre del Vescovado in collaborazione con l’Istituto “Guido Galli”, la “Vittorio Cerea Academy” e il ristorante Da Vittorio, le specialità enogastronomiche hanno incontrato l’arte della ristorazione con uno show-coocking dello chef Paolo Rota del ristorante Da Vittorio.

Il dirigente dell’istituto “Galli”, Leonardo Russo spiega: “Il progetto si coniuga perfettamente con due indirizzi della nostra offerta formativa, ossia quello tecnico per i servizi turistici e l’alberghiero, dedicato allo chef Vittorio Cerea e introdotto con l’ampliamento della nostra scuola. Rappresenta un importante valore aggiunto per la formazione degli studenti e ci dà la possibilità di aprirci al territorio e alle tante opportunità che offre”.
Ringraziando l’istituto e tutte le realtà che hanno collaborato alla realizzazione del progetto, Angela Vitali, presidente delle Terre del Vescovado, spiega: “L’evento nasce dalla collaborazione avviata ad ottobre 2017 tra le Terre del Vescovado e l’Istituto Galli. Una collaborazione che ha sia lo scopo di sensibilizzare gli studenti del tecnico turistico sul patrimonio storico/artistico delle Terre del Vescovado sia di avvicinare gli studenti della Vittorio Cerea Academy, l’indirizzo alberghiero dell’Istituto, alle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio”.

Al centro dell’iniziativa ci sono proprio i ragazzi. Il coordinatore Salvatore Linguanti evidenzia: “Sono il nostro futuro ed è fondamentale sensibilizzarli sulle perle del territorio e condurli alla scoperta delle sue ricchezze permette di valorizzarle in maniera efficace. Per far conoscere alla cittadinanza i tanti aspetti di pregio dell’hinterland, poi, nei prossimi mesi verranno organizzati diversi appuntamenti nei vari Comuni dell’ente di promozione turistica abbinando luoghi di notevole pregio e degustazioni delle specialità enogastronomiche locali. Ad esempio, verrà promosso un festival teatrale, itinerari cicloturistici, camminate e trekking e un evento speciale che unirà produttori e ristoratori. Inoltre, ci stiamo attivando per la promozione di menù a km zero invitando i ristoratori a proporre piatti adoperando i Sapori del Vescovado”.

La professoressa Savoca sottolinea l’entusiasmo degli studenti nell’essere coinvolti nel progetto: “Hanno aderito e stanno partecipando con grande entusiasmo al progetto e l’auspicio è che possa proseguire nel tempo”.
Nel corso della serata si è svolto uno show-cooking condotto dallo chef Paolo Rota del ristorante Da Vittorio, che ha presentato una ricetta in esclusiva con i “Sapori del Vescovado”, ossia risotto castagne, pancia di maiale e riduzione di Moscato di Scanzo.

A seguire, gli studenti della “Vittorio Cerea Academy” hanno proposto agli ospiti ricette finger food: roast-beef di cinghiale con salsa agrodolce e cipolle di Tropea brasate, spiedino di cotechino e polenta con crema di formagella, lo stagionato di capra con verdure aromatizzate e miele di castagno.

A conclusione, si è svolto un assaggio libero dei prodotti delle Terre del Vescovado.

L’ente di promozione turistica Terre del Vescovado è impegnato per valorizzare e promuovere il patrimonio naturale, artistico, enogastronomico e il complesso degli eventi caratterizzanti il territorio delle 15 amministrazioni comunali aderenti: Albano Sant’Alessandro, Bagnatica, Bolgare, Brusaporto, Carobbio degli Angeli, Chiuduno, Costa di Mezzate, Gorlago, Gorle, Montello, Orio al Serio, Pedrengo, Scanzorosciate, Seriate e Torre De’ Roveri. Le Terre del Vescovado si pongono inoltre l’obiettivo di sviluppare progetti sovracomunali, la cui finalità sia la tutela e la valorizzazione delle risorse culturali e ambientali con la possibilità di creare condizioni di crescita e fruibilità turistica. Oggi fanno parte delle Terre del Vescovado, oltre alle 15 Amministrazioni Comunali firmatarie del protocollo d’intesa, più di 80 associati tra operatori turistico commerciali, associazioni culturali e di promozione, che si sono uniti in un cammino comune per lo sviluppo turistico del territorio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.