• Abbonati
La polemica

A Treviglio scoppia il caso Blister, Molteni: “Una perdita di tempo lunga 6 anni”

L'ex candidato sindaco e consigliere di minoranza stuzzica l'amministrazione sul caso della Rsa alla Geromina: "Perchè insistere con un area vincolata dalla Provincia su cui non è prevista l'edificazione e non urbanizzata?".

“Se già esiste un’area, prevista nel PGT a tale uso, perchè insistere con un area vincolata dalla Provincia su cui non è prevista l’edificazione e non urbanizzata?”: è questa la domanda che si pone il consigliere di minoranza Erik Molteni riferendosi alla vicenda Blister portata tramite un’interpellanza nell’infuocato consiglio comunale di Treviglio tenutosi lo scorso giovedì 26 aprile.

Il Dem trevigliese, in una conferenza stampa indetta nel pomeriggio di lunedì 30, si è voluto confrontare con i giornalisti sul caso Blister, che lui stesso definisce “una perdita di tempo lunga sei anni”.

Il piddino trevigliese ha iniziato l’incontro con una pesante stoccata all’Assessore all’urbanistica Alessandro Nisoli, accusandolo di una “non risposta” all’interpellanza portata in assemblea cittadina. La richiesta di informazioni della lista Molteni sindaco era legata infatti alla proposta di instaurazione di un tavolo tra comune e privati per valutare la realizzazione di una RSA non in Geromina – come da intenti della Blister – ma in via del Bosco, all’interno di un’area già destinata alla creazione di strutture socio sanitarie e fin’ora non presa in esame: “Abbiamo presentato un’interpellanza su Blister in cui chiedevamo delle risposte in merito ma, dispiace dirlo, praticamente non ci è stato risposto nulla – e prosegue – L’assessore di fatto non ha risposto, non ha fatto che ripeterci cose che sappiamo già: esiste un’area in Geromina su cui ha messo il proprio interesse Blister e dove ha intenzione di realizzare una RSA nonostante la zona sia vincolata e salvaguardata dal PLIS e un’area privata, vicino a via del Bosco, destinata dal PGT alla realizzazione di strutture sanitarie, che però non viene presa in considerazione”.

Stando a Molteni esisterebbe, infatti, un’area vicina alla zona ovest, della grandezza di 19 mila metri quadri, adibita nel 2012 dall’allora amministrazione Pezzoni ad area per la realizzazione di strutture sanitarie, che potrebbe ospitare quella RSA – Residenza Sanitaria Assistenziale – prevista invece sull’area della frazione Geromina di proprietà di Blister e su cui si sta combattendo da tempo una lunga battaglia tra chi vorrebbe l’opera e chi invece è contrario alla sua realizzazione, perchè andrebbe a deturpare, tra l’altro, la “Valle del Lupo”, una delle aree verdi più suggestive della città.

“La cosa è ben visibile dai mappali, l’area ‘Blister’ della Geromina sorge in una zona in cui non è prevista l’edificazione – spiega l’ex segretario del Pd trevigliese – Si tratta di un’area salvaguardata dal PLIS – Parchi Locali di Interesse Sovracomunale – nonché vincolata dalla Provincia, con tanto di ricorso al Tar già presentato. Dall’altra parte, in via del Bosco, è presente un’area già destinata a strutture sanitarie che presenta opere di urbanizzazione e allacciamenti diretti alla città e alle principali vie di collegamento, cosa che invece nella zona della nostra frazione non è presente – e conclude – La questione che sosteniamo è la seguente: se già esiste un’area, prevista nel PGT a tale uso, perchè insistere con un area vincolata dalla Provincia su cui non è prevista l’edificazione e non urbanizzata?”.

Per l’ex candidato sindaco la vicenda Blister sta durando da fin troppo tempo, con una struttura sanitaria che, se realizzata sull’area evidenziata dal piddino, sarebbe già sorta da diverso tempo portando così benefici al territorio: “Le RSA rappresentano la sfida futura della nostra società, l’allungamento della speranza di vita porta obiettivamente a sviluppare spesso delle patologie croniche trattate in queste strutture. In tutto questo abbiamo buttato via sei anni, dal 2012 ad oggi, dove si poteva tranquillamente dare il via all’insediamento in via del Bosco di una struttura di questo tipo e soddisfare così le tante richieste che il territorio ha”.

La palla ora passerà all’amministrazione, con Erik Molteni e la lista Molteni sindaco che promettono ulteriori consultazioni in merito per poter ottenere le delucidazioni tanto richieste.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI