Quantcast
Ai domiciliari per atti persecutori, aggredisce il vicino: agricoltore 48enne torna in carcere - BergamoNews
Romano di lombardia

Ai domiciliari per atti persecutori, aggredisce il vicino: agricoltore 48enne torna in carcere

In detenzione domiciliare per stalking viola le relative prescrizioni. Arrestato e portato in carcere dai Carabinieri un 48enne italiano. Era già successo lo scorso mese di febbraio.

Nella serata di venerdì 27 aprile i Carabinieri di Romano di Lombardia hanno notificato un provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio di Sorveglianza di Brescia a carico di un agricoltore 48enne di Romano, ristretto in regime di detenzione domiciliare per i suoi precedenti per atti persecutori.

Anche in questo caso l’inosservanza delle prescrizione impostegli dalla Magistratura ha determinato la revoca della misura in atto e l’applicazione a suo carico del carcere, dove difatti il 48enne venerdì sera è stato accompagnato dai Carabinieri. Anche in questo caso erano stati i militari dell’Arma a segnalare al Giudice di esecuzione le violazioni dell’uomo (il tutto era derivato da un violento alterco dallo stesso avuto con un vicino di casa).

Già nel febbraio scorso era stato disposto l’analogo provvedimento di aggravamento a carico dell’agricoltore dopo aver violato le prescrizioni gravanti sul medesimo. Dopo un periodo in carcere, l’uomo era comunque riuscito a riottenere la detenzione domiciliare, venerdì sera però per la seconda volta interrotta e sostituita con la restrizione presso la Casa Circondariale di Bergamo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI