BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Troppi falli, la squadra abbandona: poi il baby calciatore si scusa e regala caramelle

La bella storia raccontata da una delle due squadre coinvolte nell'episodio: e ancora una volta il calcio deve imparare dai più piccoli.

Più informazioni su

Lunedì 9 gennaio, oratorio di Verdello: in una partita valida per il girone E del torneo Giocagol Csi Bergamo si affrontano l’Acov, la squadra di casa, e l’Oratorio Urgnano Blu.

In campo ci sono bambini di 6 e 7 anni: durante i tre tempi di gioco un baby calciatore un po’ troppo vivace dell’Acov Verdello si rende protagonista di qualche fallo di troppo, nonostante i continui richiami del proprio allenatore. Un comportamento che continua anche nel quarto tempo, di solito “supplementare” per consentire ai bimbi di continuare a giocare un po’ di più senza risultato: così, all’ennesima azione scorretta, la squadra ospite si ferma e torna negli spogliatoi.

Cose che possono capitare tra bambini? Forse sì, ma qualche giorno dopo quella partita l’avversario, accompagnato dalla mamma, si è presentato al campo dell’Oratorio Urgnano durante un allenamento per chiedere scusa, regalando caramelle a tutti.

Scuse ovviamente accettate e ci è voluto poco che quel momento si trasformasse in gioco, con il piccolo avversario invitato ad unirsi alla partitella (nella foto sotto ndr).

“Il calcio in oratorio oltre all’aspetto sportivo, si sa, è soprattutto un motivo di crescita educativa; è questo il valore che ci prefiggiamo di portare avanti da oltre 20 anni – spiegano dall’Oratorio di Urgnano – Il nostro significato del fare calcio nel settore giovanile è questo: il risultato della partita non è stato acquisito sul campo quel giorno ma dopo il gesto di venire ad Urgnano ed è la vittoria di entrambe le società. Nel calcio di oggi ahinoi, abbiamo capito che gli esempi non si prendono dai giocatori di Serie A ma bensì dai bambini”.

Oratorio urgnano

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.