Quantcast
Medico bergamasco, operatore per Msf, racconta la violenza in Siria - BergamoNews
Seriate

Medico bergamasco, operatore per Msf, racconta la violenza in Siria

Venerdì 20 aprile aperitivo solidale a favore di Medici Senza Frontiere, quindi incontro testimonianza e reading.

Venerdì 20 aprile, allo Spazio Terzo Mondo di Seriate dalle 19.30, Diego Manzoni, medico anestesista bergamasco di MSF, appena rientrato dalla Siria, dialogherà con Daniele Cavalli, giornalista, raccontando la sua esperienza diretta nel teatro di guerra siriano, dove l’estrema violenza perpetrata contro i civili nel corso di più di sette anni non accenna a diminuire. La serata sarà completata dalle letture di Giorgio Personelli, tratti dal libro “Lettere dal Cuore dei Conflitti”, una raccolta di testimonianze degli operatori umanitari di MSF impegnati in contesti di guerra.

“Nel nostro ospedale di Tal Abyad, nel nord-est della Siria, un ragazzo di vent’anni che aveva subito tre amputazioni dopo un’esplosione in casa, coccolava con un solo braccio suo figlio appena nato” racconta Diego Manzoni. “Ancora una volta quella che mi sembrava una tragedia e una vita distrutta si era trasformata in un momento di speranza, per continuare a tenere in vita ciò che accomuna tutti noi esseri umani: il desiderio di continuare a prenderci cura gli uni degli altri”.

Durante la serata verrà presentata la Campagna UMANI, lanciata recentemente per i venticinque anni di MSF Italia. Attraverso cinque emozioni che accomunano tutti – medici, pazienti, ogni singolo individuo in ogni ambito della società –, MSF vuole riportare al centro il gesto umanitario nella sua essenza e invita a riscoprire il naturale istinto all’aiuto. Umani sarà raccontata per tutto l’anno attraverso le testimonianze degli operatori umanitari e dei pazienti di MSF e con eventi sul territorio, iniziative online e nelle scuole.

“In un momento in cui l’idea stessa di solidarietà è messa a rischio, #Umani riporta al centro l’atto umanitario nella sua essenza, quella dell’aiuto incondizionato, che non fa differenze, che muove da persona a persona” ha detto Loris De Filippi, presidente di MSF. “È un invito all’umanità e al sostegno reciproco, oggi necessario più che mai.”

Medici Senza Frontiere opera in Siria dal 2009. Oggi gestisce direttamente cinque strutture sanitarie e tre cliniche mobili in Siria settentrionale, è partner di 5 strutture e fornisce supporto da remoto a circa 50 strutture in tutto il paese, in aree dove le nostre equipe non possono essere direttamente presenti, incluse 11 strutture nel Ghouta orientale. Le attività di MSF in Siria non includono le aree controllate dal gruppo dello Stato islamico perché non abbiamo ricevuto dai suoi leader alcuna garanzia su sicurezza e imparzialità, e non possiamo lavorare nelle aree controllate dal governo perché a oggi, nonostante le nostre ripetute richieste, non abbiamo ottenuto l’autorizzazione a farlo. Per garantire l’indipendenza da pressioni politiche, MSF non riceve finanziamenti governativi per il proprio lavoro in Siria.

Diego Manzoni, di Costa di Mezzate, è un medico anestesista di 41 anni. Lavora presso l’Ospedale Papa Giovanni XXIII e dal 2015 collabora con Medici Senza Frontiere. Ha svolto missioni in contesti di guerra quali Afghanistan, Iraq, Yemen, Siria.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI