BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Bergamo Caput Mundi”: gli studenti del Romero alla ricerca delle eccellenze bergamasche nel mondo

Sapete che nella provincia di Bergamo si producono articoli destinati a grandi marchi come Prada, Armani Casa, Ferrari, Maserati e Porsche e ai membri delle casate reali di Spagna e Gran Bretagna?

“Ol tò fütur lé denàcc al tò nas”. È con un sorriso sulle labbra che gli studenti del Romero di Albino hanno dato vita al project work creato in occasione dell’alternanza scuola-lavoro con Bergamonews e BGY- Be Young, il giornale dei giovani. Il compito degli studenti era scegliere un argomento da sviluppare nelle modalità più inclini alla loro fantasia (articolo, video, canzone, disegni e molto altro): il “Made in Bèrghem” è il filo rosso che unisce i lavori (da articoli, video e interviste) realizzati dai ragazzi del Romero alla scoperta delle eccellenze bergamasche nel mondo.

Sapete che nella provincia di Bergamo si producono articoli destinati a grandi marchi come Prada, Armani Casa, Ferrari, Maserati e Porsche e ai membri delle casate reali di Spagna e Gran Bretagna? E ci credete che sono destinati anche a Justin Bieber e alla squadra calcistica del Barcellona? O che compaiono, persino, in film come “Transformers”?

Sembra impossibile, vero?

Nemmeno noi ne eravamo a conoscenza, ma grazie a questa esperienza ora sappiamo che anche Bergamo fa sentire la sua voce nel mondo.

Noi ragazzi della classe 3^S dell’Istituto ISIS “Oscar Romero” di Albino abbiamo voluto conoscere prodotti e aziende di eccellenza nate nel territorio di Bergamo, attraverso il project work svolto come prima esperienza di alternanza scuola-lavoro, con BGY- Be Young, il giornale di Bergamonews fatto dai giovani per i giovani.

alternanza romero albino
 

“Made in Bèrghem” sintetizza il nostro lavoro di ricerca e di incontri. Innanzitutto, grazie alla visita alla Camera di Commercio di Bergamo, con l’aiuto della dott.ssa Castagnini e delle sue collaboratrici, dei rappresentanti della IACC Texas (Italy America Chamber of Commerce Texas) e della “Profilo” (ente privato tedesco), abbiamo avuto la possibilità di capire meglio cosa sta dietro il processo di internazionalizzazione di una azienda: indagine attenta delle realtà locali di interesse, flessibilità, apertura, creatività, competenze. Via skype abbiamo potuto parlare anche con due delegati della Camera di Commercio Italiana in Spagna, a Madrid, ai quali abbiamo rivolto delle domande sul loro operato nel Paese (GUARDA QUI LA NOSTRA ESPERIENZA).

Successivamente, abbiamo visitato le aziende “Persico S.p.A.” di Nembro e “Martinelli Ginetto S.p.A.” di Casnigo e un responsabile della ditta “Fassi Gru S.p.A.” ha avuto la cortesia di presentarci l’impresa direttamente nella nostra scuola. Tutto ciò ci ha permesso di capire come queste aziende siano riuscite a farsi spazio nel vasto e complicato mondo del mercato estero.

alternanza romero albino
 

Tuttavia, non ci siamo solamente limitati a conoscere aziende già sviluppate, ma siamo entrati in contatto anche con piccole realtà che si stanno affermando nel mondo del lavoro intercontinentale. Infatti, abbiamo contattato Alan Calzari, giovane proprietario di una start-up a Londra: la “Salt and Pepper”, che si occupa di catering.

Queste sono aziende che vengono create da giovani imprenditori che hanno voglia di farsi conoscere nel mondo. Dopo cinque anni dalla sua nascita, una start-up diventa a tutti gli effetti una vera e propria impresa, come “Marchingenio” guidata da Massimiliano Mandarini, architetto di fama internazionale con cui abbiamo dialogato sempre in Camera di Commercio, che ha portato l’espansione della sua azienda fino in Cina.

Questo progetto ci ha spalancati a realtà del mondo del lavoro che non conoscevamo e alla fine ci siamo ritrovati un po’ meno preoccupati per il nostro futuro. Noi frequentiamo il Liceo Linguistico e le persone incontrate ci hanno confermato che la conoscenza delle lingue straniere apre le porte a professioni prestigiose; ma, in più, ci è stato detto che studiare le lingue favorisce una mentalità flessibile, perciò aperta ad incontrare le diverse realtà culturali, proprio come si richiede a chi si occupa di internazionalizzazione. Siamo quindi sulla buona strada. Inoltre, molti si sono complimentati per il livello di istruzione che l’ISIS “Oscar Romero” fornisce; per loro rappresenta una garanzia in quanto offre personale preparato e con capacità linguistiche che si adattano alle loro richieste. Affermazione che abbiamo potuto verificare di persona durante il nostro tour guidato all’interno della “Martinelli Ginetto”, dove ad accompagnarci era un giovane tirocinante che ha frequentato il nostro istituto.

In conclusione, non possiamo che essere fieri del contributo che il territorio di Bergamo dà al mondo e sperare che aver raccontato quello che per noi è stato il “Made in Bèrghem” vi abbia interessato come è stato per noi.

alternanza romero albino

QUI LA VERSIONE IN INGLESE DELL’ESPERIENZA DEGLI STUDENTI

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.