BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, contro la ‘cenerentola’ Benevento per vincere a tutti i costi

La serie A torna di nuovo in campo per il turno infrasettimanale: Alle 18, allo stadio Vigorito, la Dea affronta la squadra fanalino di coda

La serie A torna di nuovo in campo per il turno infrasettimanale di campionato e l’Atalanta deve affrontare la cenerentola della classifica nella gara in programma alle 18 allo stadio Vigorito.

È la prima volta che la Dea sfida a Benevento la squadra campana in qualsiasi competizione ufficiale, la seconda in senso assoluto dopo la gara d’andata disputata a Bergamo. In quest’ultima occasione gli uomini di Gasperini, pur trovandosi di fronte una compagine ancora ferma a quota zero punti, fecero non poca fatica ad avere la meglio per 1-0 grazie alla rete siglata da Cristante ad un quarto d’ora dal termine.

La situazione odierna non è molto diversa sul piano della classifica, visto che gli uomini di De Zerbi hanno nel frattempo incamerato 14 punti, ma sono lontani dalla ipotetica salvezza di altrettanti punti. A 6 gare dalla fine del campionato, solo la matematica non condanna ancora i giallorossi alla retrocessione.

Citare quindi le sconfitte subite, i molti gol subiti e i pochi fatti mi sembrerebbe irriverente nei confronti di una squadra che sta comunque combattendo con molta dignità e forza. E devo dire che sul piano del gioco le cose sono anche parecchio migliorate rispetto all’inizio del torneo, anche se è evidente che il gap tecnico rispetto alle altre compagini risulta netto.

Atalanta-Benevento

Questo non deve però in alcun modo creare deconcentrazione o cali di tensione nei giocatori nerazzurri, che dovranno quindi giocare con il consueto pressing per portare a Bergamo i tre punti in palio. Le partite di domenica scorsa hanno lasciato tutto pressoché invariato, visto che Milan, Fiorentina e Atalanta hanno pareggiato. Solo la Samp ha perso leggermente contatto per effetto della sconfitta con la capolista.

Questo turno di campionato potrebbe invece risultare favorevole alla Dea, visto che sia i viola che il Milan hanno impegni decisamente più difficili (rispettivamente con Lazio e Torino), mentre la Samp affronterà a Marassi il Bologna.

Tutte congetture, calcoli, ipotesi, elementi di certo importanti ma che potrebbero lasciare il tempo che trovano a seconda di ciò che la Dea sarà in grado di fare nelle prossime gare. Perché riuscendo ad incamerare il bottino pieno è evidente che il dover attendere i risultati delle altre squadre diventa ininfluente o quanto meno secondario.

Atalanta-Benevento

Rispetto allo scorso torneo la squadra nerazzurra ha 11 punti in meno e le ragioni sono dovute a tanti fattori. Anzitutto l’Europa: è un dato di fatto che la disputa delle partite internazionali ha certamente contribuito, complice la stanchezza, a togliere un po’ di punti in campionato. Inoltre alcune squadre che lo scorso anno erano costantemente dietro ora non lo sono più (in primis le due milanesi). Infine, e anche qui si tratta di un dato inequivocabile, mancano all’appello molti gol e non intendo solo quelli del Papu (16), ma anche quelli dei difensori (Conti 8, Caldara 7): in totale fanno la bellezza di 31 reti, 2/3 di quelle fatte quest’anno.

E allora? Allora dico che, comunque sia, la Dea è stata brava ad essere ancora lì, a combattere per un posto di prestigio. Ci sono ancora 6 “finali” da disputare, 6 partite nelle quali scendere in campo per giocare alla morte se gli uomini di Gasperini vogliono davvero cercare di riportare Bergamo in Europa. A partire da questa sera, senza Toloi squalificato e con Palomino non ancora al meglio, anche se il reparto difensivo è quello che da più garanzie anche con le seconde linee. E nuovamente senza l’apporto di Ilicic e Spinazzola, sui cui tempi di recupero pare nessuno si sbilanci troppo. Torna però a disposizione Petagna dopo la squalifica e credo possa dare di nuovo il suo contributo anche Barrow, che ben si è comportato contro l’Inter.

In casa Benevento è indisponibile Guilherme, potrebbe prenderne il posto Viola in mediana. Confermatissimo invece Diabatè dopo la doppietta di Sassuolo, 7 gol in 6 gare per l’attaccante del Mali. La squadra campana è simpatica a tutti, me compreso: però stasera esiste un solo risultato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.