BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni, a giugno 11 Comuni bergamaschi al voto: chi si candida

Da Capriate San Gervasio alla piccola Piazzolo: una mini tornata elettorale quella del prossimo 10 giugno in provincia di Bergamo.

Undici comuni al voto, oltre 31.000 cittadini chiamati alle urne: è una mini tornata elettorale quella in programma il prossimo 10 giugno in Bergamasca ma non senza spunti interessanti.

Tra le amministrazioni da rinnovare anche Aviatico e Oltre il Colle, in mano ai commissari prefettizzi dopo le turbolente vicende che li hanno travolti.

Sicuramente più agitata la situazione del comune dell’altipiano dove l’ex primo cittadino Michele Villarboito, eletto nel 2013 e che sarebbe andato comunque a scadenza nel 2018, era decaduto dopo la condanna in via definitiva per lo scandalo villette abusive di Ganda: il 24 maggio 2017 il pronunciamento della Corte di Cassazione e primo caso in provincia di Bergamo di applicazione della legge Severino del 2012 in materia di corruzione. Il 7 novembre, poi, anche il vicesindaco e reggente Leonardo Carrara aveva rassegnato le sue dimissioni e l’amministrazione, per decisione del prefetto Elisabetta Margiacchi, era stata affidata ad Andrea Iannotta.

Differente il caso di Oltre il Colle che l’11 giugno scorso, durante la normale tornata elettorale, non aveva raggiunto il quorum necessario a confermare sindaco Valerio Carrara, allora unico candidato: l’affluenza alle urne si era fermata poco al di sopra del 26%, probabilmente viziata dal caso scuole medie, chiuse a causa dell’esiguo numero di studenti iscritti. Per un anno l’amministrazione è stata retta dal commissario Letterio Porto. Questa volta il pericolo quorum dovrebbe essere scongiurato visto che in corsa ci saranno almeno due liste, una guidata dall’imprenditore Daniele Cavagna e l’altra dall’ex direttore di banca Giuseppe Astori. Ballano, però, altri due possibili candidati, riconducibili agli ex sindaci Valerio Carrara e Paolo Maurizio. 

Il Comune più grande di questa tornata è Capriate San Gervasio dove il sindaco Valeria Radaelli cerca il bis dopo il successo del 2013 quando le consultazioni erano state rese necessarie dalla caduta dell’amministrazione Dorici.

Segue, per dimensioni, Mapello dove la situazione pare già definita: vista l’impossibilità per Michelangelo Locatelli di ripresentarsi, la sua eredità sarà una questione a quattro con l’attuale maggioranza che arriverà divisa al voto.

Ai nastri di partenza ci sono infatti sia il vicesindaco Alesssandra Locatelli, che guiderà una lista di centrodestra, che l’assessore al bilancio Giovanni Ghislandi, a capo della lista “Per il nostro paese”: a completare il quadro Giacomo Gerosa, professore alla Cattolica, candidato di “I care – Per una Mapello a colori” e Forza Nuova.

Chiamati alle urne anche Casnigo, dove si vocifera di una lista unica espressione dell’attuale maggioranza ma non guidata dal sindaco uscente Aiazzi; Cenate Sopra, col primo cittadino Carlo Foglia che ha già dato da tempo la propria disponibilità a ricandidarsi; Paladina, con il sindaco Ruggeri che cerca la conferma; Pianico, con l’uscente Clara Sigorini che sfiderà Maurizio Pezzoli; Piazzolo; Serina; dove oltre al sindaco Giovanni Fattori ci saranno almeno altre due liste guidate da Giorgio Cavagna e Roberto Belotti; e Villa d’Ogna con il sindaco uscente Angela Bellini che non dovrebbe presentarsi in prima persona nella lista che sfiderà Angelo Bosatelli.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.