BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Si allarga la forbice pensionistica, è ancora alta la differenza tra uomini e donne

In generale i pensionati aumentano di 146 unità. Sopra i 3000 euro crescono di 871.

Più informazioni su

Il bilancio 2017 della spesa pensionistica in provincia di Bergamo parla di un aumento degli assegni e anche degli importi: 146 sono i pensionati in più rispetto all’anno precedente, e quasi 9 milioni e mezzo l’incremento in euro delle uscite dell’Inps nei confronti dei pensionati bergamaschi.

“Non bisogna però farsi fuorviare da questi numeri – sottolinea Roberto Corona, segretario Fnp Cisl. Da un anno all’altro il ‘grosso’ delle pensioni orobiche sono aumentate di 50-60 euro, mentre è cresciuto di più il numero di quelle sopra i 3.000 euro. Infatti, il numero dei trattamenti più consistenti è arrivato a 8.786 (su un totale di 321mila), crescendo di ben 871 unità, per una spesa di oltre 3 milioni e mezzo in più e un aumento di quasi 400 euro di media”.

Sono cifre che appaiono nella tradizionale ricerca condotta dalla Fnp Cisl provinciale sulla spesa pensionistica. La spesa del 2016, infatti, ammontava a poco più di 317 milioni di euro, mentre il
consuntivo 2017 parla di quasi 326 milioni e mezzo per oltre 321.000 beneficiari, con una media di assegno di 1015 euro contro i 986 dell’anno precedente, un aumento di circa il 3% che si ripercuote su ogni tipologia di pensione. In provincia, si pagano quasi 200 mila pensioni di vecchiaia, più della metà dell’intero “monte assegni”.

Come sempre, rimane evidente e inalterata la differenza di trattamento tra assegni per uomini e per donne. Nella fascia d’età più consistente, quella dai 60 ai 70 anni, la differenza arriva a superare i 1000 euro al mese, mentre la media generale si “ferma” a 693 (l’anno scorso era 675). “Una condizione che si fa di anno in anno sempre meno accettabile: è necessario un sussulto di dignità, sia da parte politica che sindacale, perché quanto dichiarato, discusso e condiviso sulla necessità di arrivare a parità salariali, e quindi pensionistiche, trovi finalmente soluzione”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.