BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, scippa cellulare a una donna sul treno: arrestato grazie a due ragazzini

Nella tarda serata di sabato 7 aprile, la Polizia di Stato ha arrestato a Treviglio D.O. cittadino tunisino 33enne, residente a Melzo (Mi), pluripregiudicato

Nella tarda serata di sabato 7 aprile, la Polizia di Stato ha arrestato a Treviglio D.O. cittadino tunisino 33enne, residente a Melzo (Mi), pluripregiudicato, ladro serale di telefoni sui treni e sui mezzi di trasporto.

In particolare la Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Treviglio intorno alle ore 22 di sabato era intervenuta alla Stazione Centrale di Treviglio, dove una giovane ragazza di origine peruviana era stata scippata del proprio cellulare sul treno che da Treviglio Porta a Milano. Il ladro subito dopo il colpo era sceso dal treno tentando di dileguarsi attraversando i binari, ma veniva inseguito e tenuto sotto osservazione nel percorso di fuga da due minorenni italiani di origini egiziane che con ammirevole senso civico si erano subito attivati per soccorrere la ragazza e cercare di recuperare il telefono.

Immediatamente sul posto gli Agenti della Volante grazie al prezioso aiuto dei due giovani che a piedi continuavano l’inseguimento del malvivente fino al muro perimetrale esterno della stazione, riuscivano a raggiungerlo e a bloccarlo, facendo scattare le manette ai polsi. Il telefono nel tentativo di non farselo trovare addosso era stato buttato nella massicciata.

Accompagnato al Commissariato dichiarava delle generalità che risultavano immuni da precedenti ma, grazie al prelievo delle impronte digitali ad opera della Polizia Scientifica e al potente sistema AFIS in dotazione alla Polizia di Stato, si riusciva a risalire alla esatta identificazione, rilevando trattarsi di un pregiudicato con 5 alias per aver fornito altrettante generalità diverse nei vari fermi di polizia, responsabile di altri furti similari.

Veniva ristretto quindi nella cella di sicurezza del Commissariato in attesa del giudizio direttissimo fissato per il pomeriggio di lunedì, mentre il telefono danneggiato, ma funzionante, veniva restituito alla legittima proprietaria.

Nella giornata odierna veniva tradotto in Tribunale dove il Giudice convalidava l’arresto e disponeva la detenzione in carcere in attesa del giudizio.

Nel mentre continuano le indagini al fine di accertare se alcuni altri furti di cellulare sui treni avvenuti nell’ultimo periodo ad opera di una persona avente caratteristiche simili, siano collegati allo stesso soggetto.

L’arrestato al momento della scarcerazione verrà messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Bergamo per il provvedimento di espulsione.

Ai due giovani minorenni va il plauso del Dirigente del Commissariato di Treviglio, Angelo Lino Murtas, in quanto per nulla intimoriti dal pericolo, hanno dato un particolare contributo all’arresto del ladro seriale di telefoni, dimostrando un notevole senso civico e di giustizia.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.