BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, con la Samp è uno scontro diretto: servono tre punti per l’Europa

Battendo i blucerchiati Gasperini e i suoi uomini avrebbero la possibilita di togliere dalla corsa al settimo posto una pericolosa rivale

A distanza di soli tre giorni dalla vittoria con l’Udinese, l’Atalanta affronta, nuovamente tra le mura amiche, la Sampdoria in una partita che può rivelarsi decisiva per la qualificazione europea.

Si tratta del recupero della giornata non disputata in seguito alla morte di Davide Astori e che oggi la Dea affronta in una situazione completamente diversa rispetto a quella di un mese fa. Allora infatti i nerazzurri erano distaccati dai blucerchiati di 6 punti e davanti lo spettro che, un’eventuale sconfitta, potesse far sfumare definitivamente il sogno europeo.

Questa sera invece la Dea, con una vittoria, potrebbe invertire completamente la situazione con serie chances di togliersi definitivamente di torno la squadra ligure dalla bagarre perl’Europa. I blucerchiati hanno infatti attraversato un mese di marzo nefasto durante il quale gli uomini di Gasperini le hanno rimontato ben 9 punti in classifica.

Proprio per le condizioni nelle quali i genovesi si trovano a dover affrontare la partita, l’impegno si presenta però tutt’altro che semplice. Come detto infatti per gli uomini di Giampaolo è una partita da dentro o fuori e quindi dubito fortemente che i blucerchiati verranno a Bergamo a giocare una gara arrendevole e questo nonostante molti suoi tifosi la pensino diversamente. Ho avuto modo di leggere in questi giorni alcuni commenti pre partita di tifosi doriani che pensano che la Dea asfalterà la loro squadra.

Personalmente non credo che bastino 3 partite giocate male per far si che una squadra da molto forte diventi improvvisamente pessima. La verità è che la Samp sta attraversando una fase molto delicata del campionato e questa partita decisiva capita proprio ora, fortunatamente per la Dea.

Tra le altre cose domenica prossima la Samp avrà il derby contro il Genoa ed arrivarci conun’altra sconfitta metterebbe i blucerchiati in una condizione psicologica molto pericolosa.

Senza voler fare terrorismo psicologico, continuo però a ritenere la partita di stasera molto difficile e gli uomini del Gasp dovranno essere davvero bravi per superare gli avversari. Tral’altro dovranno farlo ancora senza Caldara, Spinazzola e Ilicic, tre uomini importantissimi nello scacchiere nerazzurro. Anche se nella gara con l’Udinese i rincalzi hanno dimostrato diessere all’altezza della situazione.

Non meglio si trova però Giampaolo che potrebbe dover rinunciare a diversi titolari tra cui Quagliarella, Barreto e Kownacki.

Nella partita d’andata Cristante illuse l’Atalanta in un gran primo tempo. Nella ripresa prima Zapata e poi i nuovi entrati Caprari e Linetty ribaltarono il risultato per il 3-1 finale.

Il Milan precede l’Atalanta di tre punti e domani sera giocherà un delicatissimo derby, la Fiorentina, distante dalla Dea tre punti, sta correndo tantissimo e farà visita all’Udinese, che non potrà però permettersi la settima sconfitta consecutiva.

A buon intenditor poche parole: magari non succederà, ma se succedesse…

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.