Quantcast
Esplosione in azienda: gli operai morti sono due 50enni di Treviglio e Casirate - BergamoNews
La tragedia

Esplosione in azienda: gli operai morti sono due 50enni di Treviglio e Casirate fotogallery

Si chiamavano Giuseppe Legnani, 57 anni di Casirate d'Adda, e Giambattsita Gatti, 51 di Treviglio. Entrambi padri di due figli. Erano stati chiamati in ditta per un guasto

Non erano al lavoro, sono stati chiamati per un guasto. Si chiamano Giambattista Gatti e Giuseppe Legnani i due operai morti nella mattinata di domenica 1 aprile all’interno di un’azienda di mangimi di Treviglio, la Ecb Company Srl di via Calvenzano.

Gatti e Legnani, il primo 51 anni di Treviglio, il secondo 57 di Casirate d’Adda, entrambi padri due figli, hanno perso la vita intorno alle 10 in seguito all’esplosione di un serbatoio utilizzato come essiccatoio di farine alimentari per animali domestici.

Domenica mattina i due erano a casa, pronti per festeggiare la Pasqua con le proprie famiglie. Intorno alle 9 sono stati chiamati per un intervento di manutenzione in ditta, dopo che alcuni residenti della zona avevano lanciato l’allarme per uno strano odore di gas nell’aria. Ancora da chiarire i dettagli e le cause della successiva esplosione che li ha travolti uccidendoli.

Stando ai primi rilievi di vigili del fuoco, carabinieri e polizia di Treviglio, il guasto si sarebbe verificato in un’autoclave all’interno di una cisterna per l’essiccazione dei mangimi. Al momento dello scoppio pare che gli operai al lavoro fossero tre. Oltre ai due deceduti ci sarebbe un terzo che è riuscito a salvarsi.

Via Calvenzano, la strada dove sorge l’azienda, è stata chiusa al traffico fino alle 14 per la forte presenza di anidride carbonica nella zona.

Sul posto è giunto anche il sindaco di Treviglio, Juri Imeri, insieme al comandante della polizia locale, Antonio Nocera, oltre ai colleghi e ai parenti dei due operai, che in pochi minuti hanno perso ogni speranza di riabbracciarli.  

Per chiarire come siano andato le cose e stabilire eventuali responsabilità, è giunto a Treviglio anche il sostituto procuratore della Repubblica di Bergamo Fabio Pelosi, che nelle prossime ore potrebbe aprire un’inchiesta. Sui cadaveri dei due operai sarà effettuata l’autopsia.

La Ecb, fondata nel 1966 da Lorenzo e Franco Bergamini, lo scorso anno è stata acquisita dal gruppo tedesco Saria, produttore internazionale di prodotti agroalimentari. Tecnicamente Ecb si occupa della lavorazione di sottoprodotti della macellazione avicola per la produzione di alimenti per animali da compagnia.

Nella messa di Pasqua celebrata in Duomo, l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, ha invitato i fedeli che affollavano la cattedrale, “a pregare per i morti sul lavoro a Treviglio, nella tragedia avvenuta proprio nel giorno di Pasqua”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Juri Imeri
Alla ecb company
Esplosione a Treviglio, il sindaco Imeri: “Vicini alle famiglie delle vittime”
Vigili del fuoco in azione a Treviglio
Treviglio
Esplosione a Treviglio: il figlioletto di una vittima aspettava in auto papà
Esplosione Treviglio
Alla ecb
Esplosione a Treviglio: mercoledì lavoratori in assemblea, sciopero il giorno dei funerali
Esplosione Treviglio
L'inchiesta
Esplosione alla Ecb di Treviglio, l’addetta alla sicurezza dell’azienda iscritta nel registro degli indagati
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI