Banda del botto a Colognola: esplode ancora il bancomat di Intesa Sanpaolo - BergamoNews
Bergamo

Banda del botto a Colognola: esplode ancora il bancomat di Intesa Sanpaolo

Ancora da quantificare il bottino, anche se sarebbe ingente visto che il bancomat era stato caricato venerdì alle 17 per le festività pasquali

Banda del botto di nuovo in azione a Colognola. Nella notte tra venerdì 30 e sabato 31 marzo tre malviventi hanno fatto esplodere ancora il bancomat della filiale di Intesa Sanpaolo. Lo sportello era già stato preso di mira in diverse occasioni. L’ultima volta lo scorso 4 febbraio.

Il modus operandi è sempre lo stesso, tanto da far pensare a una banda specializzata. I tre sono arrivati a bordo di un’Audi station wagon intorno alle 3.20. Pochi minuti dopo c’è stata l’esplosione, che ha svegliato gli abitanti del quartiere di Bergamo noto per il delitto ancora irrisolto, di Daniela Roveri nel dicembre. Anche questa volta è stato utilizzato acetilene per innescare il botto.

Il colpo è durato pochi minuti. Il tempo necessario perché il quartiere si svegliasse e desse l’allarme. Sul posto personale di Sorveglianza Italiana e i carabinieri del Comando provinciale di Bergamo per i rilievi di legge e per raccogliere i video delle telecamere e le testimonianze dei residenti.

Ancora da quantificare il bottino, anche se sarebbe ingente visto che il bancomat era stato caricato venerdì alle 17 per le festività pasquali.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it