Pasqua con chi vuoi, i bergamaschi scelgono: Egitto, Giappone e Uzbekistan - BergamoNews
La curiosità

Pasqua con chi vuoi, i bergamaschi scelgono: Egitto, Giappone e Uzbekistan

Questo weekend si festeggia la Pasqua: gli italiani si potranno godere qualche giorno di vacanza per staccare da un lungo e intenso periodo di lavoro. Vengono qui elencate le principali mete turistiche scelte dai bergamaschi secondo le prenotazioni in agenzie della bergamasca

L’inverno non ha concesso tregua e la primavera sta facendo capolino solo in questi ultimi giorni di marzo, i bergamaschi hanno quindi scelto di abbandonare il Bel Paese per trascorrere qualche giorno al caldo.

Tutti gli abitanti di Bergamo e provincia abbandoneranno l’Europa: c’è chi andrà in Asia e chi in Africa. Le nazioni scelte sono infatti Giappone, Uzbekistan ed Egitto.

L’Egitto è stato selezionato da chi si recherà Al Cairo per ammirare lo splendido museo egizio e chi invece prediligerà l’aspetto marittimo: come non considerare la splendida Sharm el-Sheikh.

viaggi dei bergamaschi a pasqua
viaggi dei bergamaschi a pasqua

Il Giappone ha in Tokyo una delle città più belle di tutto il mondo; a Tokyo di interessante si può visitare il palazzo imperiale, aperto tutto l’anno e dove si può ammirare i ciliegi che fioriscono in primavera. Un altra cosa che vale la pena osservare è il museo nazionale di Tokyo; quest’ultimo è costruito in stile imperiale e contiene al suo interno la più ricca collezione di arte giapponese del mondo. Un’ultima attrazione interessante visitabile a Tokyo è l’isola artificiale su cui è consigliato fare una gita nell’ora del tramonto, così da poter ammirare un fantastico panorama. Sull’isola sono anche presenti alcune copie della Statua della Libertà.

viaggi dei bergamaschi a pasqua
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it