BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Case di riposo, mille posti nell’hinterland: una stangata da 2.670 euro al mese

Dopo avere elencato prezzi, posti letto e attese delle case di riposo in città, il viaggio di BGnews si sposta nei territori della cintura di Bergamo, dove sono 10 le strutture per la terza età. Rincari nel giro di cinque anni intorno al 20%

Dopo avere elencato prezzi, posti letto e tempi d'attesa delle case di riposo in città (leggi qui) il viaggio di Bergamonews si sposta nell'hinterland, dove sono 10 le Residenze sanitarie assistenziali (Rsa), termine con cui vengono comunemente definite le strutture per la terza età. Sono la Casa Riposo Caprotti Zavaritt di Gorle, la Casa Riposo Villa della Pace di Stezzano, la Fondazione Martino Zanchi di Alzano Lombardo, la Casa Maria Consolatrice della fondazione Piccinelli di Scanzorosciate, la San Giuseppe di Dalmine, l'Istituto Palazzolo di Torre Boldone, la Residenza Primavera di Albano Sant'Alessandro, la Rsa Papa Giovanni Paolo I di Seriate, la Nobile Baglioni di Villa d'Almè e la San Paolo di Azzano (cliccando sui nomi si può andare direttamente al sito delle strutture; consultando la mappa interattiva trovate invece gli indirizzi e i numeri di telefono delle Rsa).

Stando a quanto emerge dai numeri ricavati sul sito dell’Ats e delle singole residenze sanitarie assistenziali, nell'hinterland sono 983 i posti accreditati in totale sui 6.069 della provincia (16%), 760 quelli a contratto (5.251 in provincia, pari al 14%). Per questi ultimi la Regione, tramite l'Ats, paga un contributo per le spese sanitarie, diversamente la retta è tutta a carico dell’utente: sono 29 euro al giorno per i ricoverati a bassa intensità di cura, 39 per quelli di media intensità, 49 per l'alta intensità e 52 per le persone malate di Alzheimer.

In media, la retta mensile va dai circa 1.955 ai 2.670 euro al mese, anche se i picchi possono essere molto più alti a seconda delle tariffe applicate dalle singole strutture. Una cifra di circa 60 euro superiore a quella media calcolata nel capoluogo di provincia (2.610 euro al mese) dove sono tuttavia 6 le Rsa.

Per una giornata di degenza nei comuni della cintura di Bergamo la quota minima da sborsare è 49,91 euro, la massima 125 (in città si va dai 58 euro ai 162,50). Ovviamente, i prezzi possono cambiare a seconda delle tipologie di servizio offerto (esempio: ricovero definitivo o temporaneo; camera singola, doppia o tripla). Un raffronto con le tariffe giornaliere dell'ottobre 2012 mostra un incremento nel giro di cinque anni intorno al 20%.

Qui sotto, le informazioni utili sulle RSA:

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.