Quantcast
Goggia e Moioli premiate da Mattarella: "Siete un esempio per le donne italiane" - BergamoNews
A roma

Goggia e Moioli premiate da Mattarella: “Siete un esempio per le donne italiane”

Le due campionesse olimpiche premiate con la medaglia d'argento dal Presidente della Repubblica: "Le ragazze di questo Paese grazie a voi s'impegneranno ancora di più"

Una nuova medaglia per Sofia Goggia e Michela Moioli che, dopo la vittoria olimpica, sono state insignite di una medaglia d’argento da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La consegna è avvenuta nel corso della cerimonia della riconsegna della bandiera olimpica che si è tenuta nella mattinata di martedì 27 marzo al Palazzo del Quirinale e che ha visto gli atleti olimpici e paraolimpici medagliati a Pyeongchang esser premiati dal presidente della Repubblica alla presenza anche del presidente del CONI Giovanni Malagò, del presidente del Comitato Paraolimpico Luca Pancalli ed del ministro dello Sport Luca Lotti.

Nel corso della cerimonia il presidente della Repubblica ha sottolineato l’emozione provata nel seguire le gare: “Complimenti a tutti gli atleti, avete vissuto un’esperienza straordinaria. Non è stato solo un evento sportivo, ma la raccolta di convivenza umana, un’occasione di pace vista in questi giorni -. spiega Mattarella – Il fuso orario non consentiva di vedere sempre in diretta, e quando l’orario era compatibile le ho viste. È il caso della gara emozionante di Arianna Fontana che, durante la premiazione, ho capito come in pochi secondi si possa vedere tutta la preparazione che vi è dietro un’atleta, tutta la fatica, l’attenzione, la concentrazione presenti. Ho visto registrata la discesa libera di Sofia Goggia, che ha avuto modo di sentire al telefono poco dopo la gara. L’ho invitata al Quirinale, ma lei mi ha detto che non sarebbe riuscita perchè avrebbe dovuto disputare la Coppa del Mondo, che in conclusione è stata vinta. Ho seguito registrata anche la gara di Michela Moioli, che anch’essa ha vinto la Coppa del Mondo, nonostante ciò ho avuto una grande emozione nel seguirla ed ho osservato il controllo delle azioni posto nel corso delle gare. Sono molte le imprese femminili e tutto ciò incoraggerà le ragazze di questo paese ad impegnarsi di più nelle vostre discipline”.

Goggia Moioli

Grande emozione per Sofia Goggia che sottolinea come dopo la vittoria olimpica i sogni non si fermino qui: “E’ un’emozione unica esser qua alla consegna del tricolore, un tricolore che tengo ad onorare anche alla prossima edizione olimpica, ma che nel frattempo proverò ad onorare anche in Coppa del Mondo ed ai Mondiali. Nel corso della gara olimpica ho messo in campo la miglior Sofia che si richiedeva e ce l’ho fatto. È un sogno che si è realizzato, nonostante ciò non smetterò di continuare a seguire i miei obiettivi ed a sognare. Spesso non ci rendiamo conto come possiamo esser degli esempi nello sport perché, per quanto sia brava nella mia disciplina, mi reputo una ragazza normale per il resto. Come ha sottolineato il presidente del CONI siamo un esempio e per questo occorre porre attenzione al nostro comportamento”.

Goggia Moioli

Forti emozioni anche per Michela Moioli, la quale si è commossa di fronte alle parole del presidente Mattarella: “Sono molto emozionata ad esser qui oggi. Anche questo è un bellissimo momento di ritrovo per noi atleti. Mi sono commossa quando il presidente si è rivolto a noi e porterò con me le sue parole per sempre. Ora inizieremo a costruire i prossimi quattro anni e per far ciò dovremo lavorare bene anche per Coppa del Mondo e Mondiali che dovremo affrontare la prossima stagione”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI