Quantcast
"Ritratti di donna", a Pagazzano mostra dedicata all'universo femminile - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Fondazione Mazzoleni

L'iniziativa

“Ritratti di donna”, a Pagazzano mostra dedicata all’universo femminile fotogallery

L'esposizione, che si potrà visitare sino al 26 aprile al castello di Pagazzano, raccoglie opere di 13 artisti che rendono omaggio alla bellezza, quella femminile, da sempre esaltata nell’arte antica e contemporanea.

Una bellissima mostra pubblica quella inaugurata nella Sala del Torchio del visconteo Castello di Pagazzano, a pochi chilometri da Bergamo.

Curatore della prestigiosa mostra, che resterà aperta fino al 26 aprile compreso, è l’ex arbitro di Serie A e gallerista d’arte Mario Mazzoleni, presidente dell’omonima Fondazione artistica che ha sede ad Alzano Lombardo.

Cinquantasei opere tra fotografie, sculture e dipinti che rendono omaggio alla bellezza, quella femminile, da sempre esaltata nell’arte antica e contemporanea.

Una mostra che, nell’evento inaugurale, ha riscosso un gran successo di pubblico, che ha assiepato la grande sala del Torchio per ammirare le opere dei vari artisti selezionati.

Si va dalle sette Marilyn pop art firmate in originale da uno dei più grandi artisti moderni, Andy Warhol, per passare alle dodici opere decollage di un altro mito contemporaneo come Mimmo Rotella, prima di entrare nella sala dedicata alla fotografia Polaroid di Maurizio Galimberti e alle sculture bronzee di Paola Epifani, in arte Rabarama e a quelle di Mario De Luca o alle ceramiche della bolognese Simona Ragazzi.

E poi una serie di lavori su tela realizzati da artisti davvero talentuosi: i ritratti di Franco Cisternino, Paolo Medici, Francesco Verdi, Rosy Mantovani, Ornella Derosa, Fabio Perla e Aurelio Bruni.

Le informazioni sulla mostra si possono trovare sulla pagina facebook dell’evento “Ritratti di donna Pagazzano“, oppure telefonando al 329 1923261.

Sarà possibile visitare il Castello tutti i venerdì dalle 20 alle 23 oppure il sabato dalle 15 alle 21 e la domenica dalle 10 alle 19.

Una mostra pubblica, marchiata Fondazione Mazzoleni e Comune di Pagazzano, con il Patrocinio della Regione Lombardia e della Provincia di Bergamo che merita davvero di essere vista.

Significativo il messaggio lanciato dal presidente della Fondazione, Mario Mazzoleni, durante il discorso d’apertura: “Abbiamo il dovere di rieducare la gente, soprattutto i giovanissimi, alla bellezza. L’arte è una medicina straordinaria perché esalta le capacità umane in un momento come questo di particolare crisi ideologica”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI