BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Passeggiata a ritmo di jazz con la Magicaboola Brass Band foto

Si preannuncia una giornata interessante per sabato 24 marzo. Per il penultimo giorno di Bergamo Jazz 2018 molte sono il soprese in programma: dalle 11 fino a sera in città sarà la musica a fare da protagonista.

Si preannuncia una giornata interessante per sabato 24 marzo. Per il penultimo giorno di Bergamo Jazz 2018 molte sono il soprese in programma: dalle 11 fino a sera in città sarà la musica a fare da protagonista.
Se volete godervi il primo sole primaverile, non perdetevi la street parade per le vie del centro della Magicaboola Brass Band. Non c’è nulla di meglio di una passeggiata a ritmo di jazz.

Ecco il programma ufficiale di sabato 24 marzo:
la giornata prende avvio alle ore 11 all’Accademia Carrara che, dopo il successo della passata edizione con Ernst Reijseger, riaprirà le proprie porte alla musica improvvisata europea con i francesi Louis Sclavis (clarinetto basso) e Vincent Courtois (violoncello), esponenti di spicco del più immaginifico jazz transalpino ed europeo tutto.

Ben tre i concerti di “Scintille di Jazz”, con al Chiostro di Santa Marta (ore 15) il Pulsar Ensemble, quattro percussionisti (Filippo Sala, Luca Mazzola, Gionata Giardina, Sebastiano Ruggeri) e un alchimista elettronico (Jacopo Biffi) all’incrocio tra post-jazz, musica ambient, post-rock ed electro-pop; all’IndispArte (ore 18.30) il quartetto Aparticle, con in prima linea il sassofonista perugino Cristiano Arcelli; ancora nel locale di Via Madonna della Neve, ma alle 23.30, il trio tutto bresciano del pianista Roberto Soggetti, con Giulio Corini al contrabbasso ed Emanuele Maniscalco alla batteria. E poi, altra jam session fino a notte inoltrata.

Nel frattempo si sarà potuto assistere alla street parade per le vie del centro (dalle 16; in collaborazione con l’Associazione Bergamo In Centro) della Magicaboola Brass Band, spettacolare formazione che sposa lo spirito di New Orleans con ritmi funk, reggae e altro ancora, nonché ascoltare all’Auditorium di Piazza della Libertà (ore 17) il quartetto della notevole contrabbassista Linda May Han Oh, strumentista molto richiesta (è componente anche del nuovo quartetto di Pat Metheny), brillante autrice e interprete in proprio di una musica che riflette il dinamico intreccio tra composizione e improvvisazione.

Al Creberg (ore 21), invece, serata profumata di esotico: una intrigante latin piano night animata prima dal formidabile duo cubano Chucho Valdes – Gonzalo Rubalcaba e poi dal trio del collega di strumento spagnolo Chano Dominguez. Ribattezzati “the cuban wizards”, Chucho Valdes e Gonzalo Rubalcaba costituiscono la coppia musicale del momento, non solo a livello pianistico: il loro progetto si chiama Trance, a sottolineare la spiritualità di un incontro che non è, quindi, solo la somma di due strumenti uguali o dei rispettivi virtuosismi che li sospingono, ma una collaborazione vera, che si nutre innanzitutto del rispetto reciproco e di un’amicizia di lunga data.
Assoluto padrone della tastiera acustica è anche Chano Dominguez, amatissimo da Stefano Bollani che lo ha voluto con sé in televisione, oltre che in palcoscenico: il pianista di Cadice fonde nelle sue dita il flamenco e il linguaggio del jazz, dando luogo a un mix sonoro originalissimo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.