BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubi, il pm aggiorna l’accusa: “Illecita influenza assembleare”

Il pm Fabio Pelosi replica alle difese: tre ore di intervento, con un tentativo di aggiornare il capo di accusa sull'illecita influenza assembleare.

Il Gup Ilaria Sanesi aveva calendarizzato l’udienza di venerdì 24 marzo per la replica concessa al pubblico ministero Fabio Pelosi, dopo che nelle udienze precedenti le difese avevano provveduto a replicare alle conclusioni del Pm, ascoltate nell’udienza del 15 dicembre 2017.

Non una replichina, un intervento letto dal Pm, presente per parecchio tempo il procuratore capo Mapelli, di almeno 70 pagine. In pratica oltre 3 ore di intervento, con un tentativo di aggiornare il capo di accusa sull’illecita influenza assembleare.

Di fronte alla prova di resistenza citata dalle difese il Pm ha voluto concludere che l’Assemblea era stata falsata a monte, quindi prova di resistenza inutile.
Il Pm per altro di fronte alle evidenze dei fatti imputati a Ettore Medda, già vice direttore generale di Ubi, e contestati dalla difesa dello stesso, ha chiesto il non luogo a procedere per lo stesso Medda, per il capo d’imputazione che insieme a Zanetti lo vedeva accusato di violazione della normativa privacy.

Ciò rimane in capo al solo Zanetti.

Anche sui rapporti tra Ubi e Intesa Sanpaolo il Pm ha dovuto convenire che le indagini non avevano evidenziato la sussistenza di ipotesi di reato.

Mentre sull’esistenza di patti parasociali Pelosi ha voluto rimarcare che esisteva un accordo tra le due associazioni, Blp e Amici di Ubi, non comunicato a Banca d’Italia e Consob. Ora il Gup Ilaria Sanesi ha previsto dopo la pausa per le festività pasquali, le nuove repliche delle difese, a cominciare dal 13 aprile per continuare il 20 e se è il caso per concludersi il 27 aprile.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.