Quantcast
Calderoli non è "insindacabile", Consulta accoglie ricorso tribunale sugli insulti all'ex ministro Kyenge - BergamoNews
Giustizia

Calderoli non è “insindacabile”, Consulta accoglie ricorso tribunale sugli insulti all’ex ministro Kyenge

La Corte Costituzionale ha dichiarato nulla la deliberazione di insindacabilità adottata dal Senato, nella seduta del 16 settembre 2015, delle parole del senatore Roberto Calderoli nei confronti dell'allora ministro dell'Integrazione, Cècile Kyenge Kashetu.

La Corte Costituzionale ha dichiarato nulla la deliberazione di insindacabilità adottata dal Senato, nella seduta del 16 settembre 2015, delle parole del senatore Roberto Calderoli nei confronti dell’allora ministro dell’Integrazione, Cècile Kyenge Kashetu.

I fatti risalgono al 2013, quando il leghista offese la Kyenge definendola “orango” durante un comizio.

A seguito dell’accoglimento del ricorso promosso dal Tribunale di Bergamo in merito al conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato nei confronti del Senato, la Consulta ha stabilito che “non spettava al Senato affermare che il fatto per il quale pende il procedimento penale a carico del senatore Roberto Calderoli davanti al Tribunale ordinario di Bergamo concerne opinioni espresse da un membro del Parlamento nell’esercizio delle sue funzioni, ai sensi dell’articolo 68, primo comma, della Costituzione”. Di qui il venir meno della insindacabilità di cui avrebbe goduto fino ad adesso Calderoli.

Secondo la Corte Costituzionale, le opinioni espresse da Calderoli non hanno “alcun nesso funzionale con l’esercizio dell’attività parlamentare”. Per la natura chiaramente offensiva, agli occhi della Consulta le parole del leghista non risultano essere riconducibili a opinioni espresse nell’esercizio delle funzioni parlamentari.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI