BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bgnews Academy conclusa la seconda edizione: attestato per 26 aspiranti giornalisti fotogallery

Venti lezioni per conoscere il mondo del giornalismo nelle sue varie sfaccettature

Si è conclusa la seconda edizione della Bergamonews Academy: agli aspiranti giornalisti del corso è stato consegnato l’attestato di frequenza durante la cerimonia di chiusura del 15 marzo.

Bergamonews Academy 2: la consegna dei diplomi

Venti lezioni per conoscere il mondo del giornalismo nelle sue varie sfaccettature. A cominciare dalla prima lezione, in cui Rosella del Castello, direttrice di Bergamonews, ha raccontato i suoi trent’anni giornalismo da redattrice, prima e da direttrice, poi. La direttrice crede fortemente nelle capacità delle nuove generazioni: “Non demordete mai dal perseguire i vostri obiettivi”, ha detto ai ragazzi. I sacrifici ed il costante impegno saranno sempre ripagati perché quella del giornalista è una professione stupenda.

Dello stesso avviso sono anche stati gli altri redattori, Davide Agazzi, vicedirettore del giornale, Luca Bassi, Fabio Viganò, Luca Samotti e Mauro Paloschi. Ognuno di loro ha regalato parte della propria esperienza di giornalisti, fatta non solo di elementi tecnici e nozionistici, ma anche di forti emozioni.

Non poteva mancare un intervento di Lucia Cappelluzzo, responsabile di BGY- Be Young, progetto interamente dedicato ai giovani, preziosa opportunità per i ragazzi dell’Academy di muovere i primi passi verso la professione giornalistica.

In questa edizione alcuni giornalisti di rilievo, professori per l’occasione, hanno contribuito all’eccellente risultato del corso. Come Gigi Riva, editorialista dell’Espresso, che ha raccontato le profonde esperienza da inviato speciale in zone di guerra. Ferruccio de Bortoli che, alle spalle di oltre 40 anni di carriera, crede fortemente nella necessità, oggi più che mai, di giornalisti seri e preparati. E ancora, Marisa Poli, giornalista de “La Gazzetta dello sport” e Santo Pirrotta, giornalista di cronaca rosa che ha portato con sé il brio del divertente e piccante mondo del gossip.

Non solo giornalismo. Per fare buona informazione bisogna conoscere a pieno il campo dell’informazione: dagli sviluppi più recenti in tema di fake news e disinformazione digitale alle strategie di comunicazione, dai social networks, nemici-amici degli editori, al lavoro dell’addetto stampa, che da sempre collabora con i giornalisti.

Sulla scia dei cambiamenti che l’era del web 2.0 ha portato con sé, è emersa una professione fortemente cambiata nel linguaggio, nei mezzi e nel modo in cui incide sulla società. Ma non sono mutate le regole di fondo: accuratezza, credibilità, onestà intellettuale e capacità di verificare la fondatezza delle fonti sono e rimangono aspetti indispensabili per il bagaglio professionale del giornalista. Il giornalista del domani dovrà adeguarsi ai grandi cambiamenti tecnologici, dovrà correre il più veloce possibile per stare al passo coi tempi. Saranno necessari professionisti dalla mentalità più elastica, veloci e precisi al tempo stesso, con un pizzico di abilità multitasking.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.