BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Fixeur” e “Illegittimo” del giovane regista rumeno Adrian Sitaru in sala dal 22 marzo

Sono stati presentati in anteprima a Bergamo film meeting, e saranno in Auditorium da giovedì 22 marzo, i due più recenti film del premiato giovane regista rumeno Adrian Sitaru: Fixeur e Illegittimo.

Sono stati presentati in anteprima a Bergamo film meeting, e saranno in Auditorium da giovedì 22 marzo, i due più recenti film del premiato giovane regista rumeno Adrian Sitaru: Fixeur e Illegittimo.

adrian sitaru

I due lungometraggi, che lo stesso 22 marzo saranno nelle sale italiane distribuiti da Lab 80 film, propongono riflessioni importanti dal punto vista morale con due storie senza sconti dalla Romania di oggi. Fixeur racconta un’inchiesta giornalistica scottante e i dilemmi di un giovane reporter in cerca di fama, che si trova a dover scegliere tra cercare a tutti i costi la testimonianza di una prostituta bambina resa schiava e invece cercare di proteggerla dai riflettori che rischiano, a loro volta, di sfruttarla come hanno fatto i trafficanti. Illegittimo è invece un racconto “famigliare”: un padre e i suoi figli si scontrano, in un crescendo di discussioni e vicende, su questioni come la libertà di scelta, l’aborto, l’incesto e l’amore. Sullo sfondo la morale del vecchio regime Ceaușsecu ancora ben viva.

adrian sitaru

Ha detto Adrian Sitaru: «Fixeur è un film sull’abuso e la manipolazione. Ma è anche, prima di tutto, un film sull’ambivalenza dei nostri sistemi di valori (…). I registi, come il protagonista del film Radu, sono mossi dalla passione, dalla certezza, a volte anche dal desiderio di combattere le ingiustizie. È anche questo che muove Radu, è questo che gli permette di manipolare le autorità o che gli fa rischiare di danneggiare ulteriormente la vita già distrutta di una bambina». E su Illegittimo: «Racconto quello che non concepisco, cui mi oppongo, cioè quelle leggi che pretendono di dirci cosa fare con i nostri corpi. Cosa voglio farne è una questione che inerisce solo la mia libertà personale, quand’anche significhi avere a che fare con l’alcolismo, con il suicidio, con la dipendenza dalle droghe o l’aborto».

Gli orari e le date di proiezione in Auditorium saranno pubblicati nei prossimi giorni sul sito www.lab80.it (alla voce “programmazione” – i film saranno alternati in diversi orari).
Trailer Illegittimo

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.