BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Fallimenti: 15 a febbraio, Agenzia delle entrate e un condominio tra i creditori

Capitolo fallimenti: il mese di febbraio verrà ricordato per il fallimento di un’azienda di Bergamo, chiesta dall’Agenzia delle Entrate, per “l’esistenza di plurimi inadempimenti agli obblighi tributari per oltre cinque milioni di euro”.

Febbraio si è chiuso con quindici fallimenti contro i ventiquattro registrati a gennaio. Presenti tutte le forme giuridiche: ditte individuali, società di persone e di capitali.

Diversificato il quadro delle attività economiche, come per i mesi precedenti non mancano imprese edili, a cui si aggiungono quelle meccaniche, società che operano nel settore dell’arredamento e dell’architettura d’interni e attività di ristorazione.

A portare i libri in tribunale, legata all’edilizia e alla ristrutturazione di edifici la ditta individuale Edil P.M. di Pala Massimo con sede a Ghisalba, a chiederne il fallimento la Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza di Como e Lecco, la Lauretta Costruzioni di Sejdiu Laureta, con sede a Bergamo e la 3M Costruzioni Snc dei f.lli Maffi con sede a Calcio, in via Chiesa Vecchia 13.

A spegnere i macchinari l’officina meccanica di precisione Perfor System Srl (già in liquidazione), con sede a Pontida, a chiederne il fallimento Enel Energia Spa, e l’officina meccanica Moro Natalina, impresa individuale con sede a Brignano Gera d’Adda. Hanno alzato bandiera bianca anche l’impresa individuale di fabbricazione e confezionamento materie plastiche Nicolplast di Blindu Nicoleta (Nicolplast riporta la sentenza del Tribunale ma sui portali delle aziende italiane si trova Nicoplast), con sede a Calusco d’Adda.

Le altre realtà costrette a chiudere sono state la Mec Italia Engineering sas di Boffelli Fausto, con sede a Treviglio, società composta da un gruppo di specialisti qualificati nella fornitura di servizi, specializzata in studi di ingegneria e di fattibilità per impianti complessi ad alto contenuto tecnologico. A chiedere il fallimento della DIMA srl in viale Pirovano 2/B è l’Agenzia delle Entrate, per “l’esistenza di plurimi inadempimenti agli obblighi tributari per oltre cinque milioni di euro” e chiude anche la ILGAMM srl in via Paleocapa 6, entrambe con sede a Bergamo.

In liquidazione la società di installazione di impianti elettrici, radiotelevisivi, antenne ed elettronici G.B. Impianti srl, con sede a Vertova, e il Maglificio Alba sas di Abati Renzo e Renato, con sede a Comun Nuovo. Fallimento sollecitato dallo stesso imprenditore per l’azienda di prodotti ortofrutticoli D.B. Trading srl con sede a Casazza. Dichiarata fallita anche la società di arredamenti ed architettura d’interni Sistema Arreda srl di Clusone e l’attività di ristorazione Cuore Latino sas di Aguilar Pereira Martha Leonor con sede a Bergamo, in via XXIV 10 B.

A chiedere il fallimento della Alexandra srl con sede in Ciserano, Piazza Papa Giovanni XXIII vista “l’incapacità di far fronte alle proprie obbligazioni, comprovata dal mancato pagamento del rilevante credito vantato dall’istante, risalente nel tempo e non contestato” è stato il Condominio Michelangelo di Bergamo, via Borgo Palazzo 142.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.