BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mattia Cattaneo, 29enne di San Paolo D’argon, presenta il suo nuovo libro di poesie

Mattia Cattaneo, 29enne di San Paolo D’argon, ci insegna che nella vita è sempre possibile dare spazio alle proprie passioni: da educatore presso una cooperativa ha dato vita al suo grande amore, la poesia

Mattia Cattaneo, 29enne di San Paolo d’Argon, ci insegna che nella vita è sempre possibile dare spazio alle proprie passioni: assistente educatore presso una cooperativa è riuscito a dare concretezza al suo grande amore che coltiva da sempre, la poesia.

Mattia, come è nata la tua passione per la poesia?

“Fin da piccolo amavo scrivere. Alle superiori presi l’abitudine di annotare pensieri e brevi riflessioni, su fogli o anche pezzi di carta riciclati: è così che tutto è iniziato. Poi, nel 2015, arriva l’occasione che aspettavo da tanto: spedii alcune mie poesie ad una casa editrice. Il lavoro venne apprezzato: i miei componimenti furono scelti per far parte di una raccolta di poesie contemporanee. L’anno successivo arriva la svolta solitaria: una piccola casa editrice indipendente, mi dà la possibilità di pubblicare “Dritto al cuore”, la mia primissima raccolta. Il mio percorso è continuato nel 2017 con “La luna e i suoi occhi” fino ad arrivare a “Tracce di me”, ultimo progetto della trilogia di raccolte, disponibile online dal 22 febbraio. Per me la poesia è un vero e proprio cammino di vita. È una valvola di sfogo, un momento per raccogliere e dare dimensione concreta a vissuti ed emozioni. Nel mio caso si tratta spesso di brevi versi che danno l’effetto di una istantanea: una foto in poesia.”

Parliamo di “La luna e i suoi occhi”: parole dolci e profonde allo stesso tempo connotano tutte le poesie di questa silloge. Qual è il file rouge?

“La mia prima raccolta, “Dritto al cuore”, tratta un unico tema: l’amore in tutte le sue sfaccettature. Ne “La luna e i suoi occhi” ho voluto ampliare lo scenario arricchendolo di molte tematiche interiori: non c’è solo amore, ci sono anche tristezza, nostalgia, malinconia. In questa raccolta ho voluto dare spazio alla mia infanzia, al mio vissuto. Volontà dettata dall’esigenza di esplorare il paesaggio interiore per arrivare alla conoscenza di sé.”

In una delle tue poesie scrivi: “Ascolto il passato che scorre nel mio cuore”. A volte l’incertezza del futuro può spaventare, è nel passato che troviamo conforto?

“Sicuramente. A volte si tende a voler dimenticare quello che abbiamo vissuto. La poesia da cui è tratto questo verso vuole spronare il lettore a ripercorre il proprio passato per poter andare avanti nel presente e nel futuro, che non sempre è sicuro e nitido. È un maggio al passato di ognuno di noi. un tempo che fu, che deve essere affrontato con il sorriso, senza malinconia. Ascoltiamo il passato con senso di positività affinché si possa godere del presente in maniera più serena.”

In “Tra l’infinito ed il cielo” scrivi: “Passi raccontati da un violino pieno di desideri mai svelati ci conduce alla dimora del nostro essere vivi”. È la poesia che ci rende vivi?

“Si, ne sono convinto. Oggi abbiamo tutti bisogno di più poesia nelle nostre vite. Dobbiamo affrontare il mondo con la stessa sensibilità dei poeti. Scrivere mi fa sentire vivo: ripercorro i miei pensieri e cerco di portarli dritti ai cuori delle persone.”

mattia cattaneo

Raccontaci della tua ultima fatica: “Tracce di me”

“È il terzo capitolo della trilogia delle mie raccolte, l’epilogo di un percorso poetico in costante progresso. Il distacco dalle precedenti sillogi è evidente: questa volta utilizzo uno stile ricercato che riesca ad essere anche diretto, in modo che le parole arrivino subito al lettore. È il poeta che cresce. Sulla copertina vi è l’immagine di una barca sul lago di Braies: è il simbolo di un viaggio non solo fisico ma anche interiore, in cui lascia delle tracce di me.”

QUI TUTTE LE DATE DI PRESENTAZIONE DI “TRACCE DI ME”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.