BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sono nata nel 1913, questo è quello che voglio dire a mia nipote e alla sua generazione”

Una bisnonna ha deciso di prendere carta e penna e così scrivere alla nipote una lettera, in cui ricorda i suoi anni e dà alcuni consigli di vita

Tempo. Come parlare del tema cardine della vita dell’uomo? I ragazzi di terza e quarta classico dei Salesiani di Treviglio, in occasione dell’alternanza scuola-lavoro con Bergamonews e BGY, hanno voluto cimentarsi in questa “difficile impresa”, declinando il tema del tempo nei settori a loro più congeniali: dallo sport alla musica, dalla scuola al teatro e molto altro ancora. Il confronto generazionale è stato una delle chiavi di lettura più apprezzate dall’intervista doppia studente-professore fino al quinto lavoro dei ragazzi che presentiamo oggi: una lettera dal passato.

alternanza salesiani

Una bisnonna ha deciso di prendere carta e penna e così scrivere alla nipote una lettera, in cui ricorda i suoi anni e dà alcuni consigli di vita che potranno essere utilmente letti dai giovani come Anna.

Mia cara Anna …

Vista la mia età e i pochi anni che sicuramente mi restano da vivere, ho deciso di scriverti questa breve lettera per raccontarti qualcosa di me in modo che tu possa portarlo nel cuore e raccontarlo ai tuoi figli. Sono Rachele, la tua bisnonna. Sono nata a Melzo nel lontano 1913, più precisamente il 15 Dicembre 1913. Quanti anni sono passati e quanti avvenimenti hanno visto i miei occhi! La Prima guerra mondiale, il Fascismo, la Seconda Guerra mondiale e la Guerra Fredda….sai il modo di vivere è cambiato tantissimo da quando io ero bambina.

La mia famiglia era molto numerosa, eravamo dieci fratelli, ma fortunatamente vivendo in campagna non abbiamo mai avuto problemi economici, nonostante i tempi fossero veramente difficili. Della Prima Guerra Mondiale non ricordo poi molto, perché ero davvero piccolina, ma ricordo molto bene la Seconda Guerra Mondiale e soprattutto il Fascismo. Proverò a raccontarti qualcosa su questo periodo. Mi ricordo benissimo quando le squadre fasciste arrivavano improvvisamente in cascina e il nonno era obbligato a dare loro i viveri.
L’evento che mi preme più raccontarti è che ho conosciuto e sposato l’unico uomo della mia vita: il nonno Vincenzo! Ci siamo sposati il 20 Giugno 1938 e subito ho capito che con lui potevo fare grandi cose. Infatti abbiamo avuto quattro figli, da cui sono nati numerosi nipoti e pronipoti. Non nego di essere molto preoccupata per la tua generazione, molti giovani non riescono a trovare lavoro, molti commettono atti stupidi che li portano a rischiare la vita, cosa che ai miei tempi succedeva di rado.

Il mio consiglio perciò è di vivere la vita in modo equilibrato. Non serve portarsi allo stremo, devi gioire delle piccole cose della vita, affrontare il dolore, perché purtroppo prima o poi i momenti brutti arrivano. In questi momenti, bambina mia, sorridi sempre. So che è difficile, ma sorridi! Circondati delle persone che ti fanno stare bene, che siano parenti, amici o l’amore della tua vita. Non curarti delle persone che ti potranno fare del male, perché quando crescerai queste verranno dimenticate. Ricorderai invece le persone che ti sono state accanto e ti hanno fatto sentire felice!

Non scordare inoltre di realizzare i tuoi sogni, piccoli o grandi che siano! Ti saluto perché sono molto stanca e non voglio annoiarti con le mie parole. Rileggi questa lettera quando io non ci sarò più…..così che io possa essere sempre nel tuo cuore.

Con affetto e amore.
La tua bisnonna.

vignetta di Joel Zizzo di III Classico Salesiani Treviglio

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.