BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Elezioni, la novità del tagliando antifrode: niente schede imbucate, code ai seggi foto

Il Rosatellum ha introdotto il bollino per evitare "giochetti" all'interno della cabina elettorale: i tempi, però, si allungano inevitabilmente.

Più informazioni su

Una delle novità più in vista della nuova legge elettorale è il cosiddetto “tagliando antifrode”: i cittadini che dalle 7 di domenica 4 marzo si stanno recando alle urne per esprimere il proprio voto per Camera, Senato e Regione Lombardia avranno sicuramente notato come la scheda elettorale fosse dotata di un “bollino” marchiato con un codice alfanumerico, identico a quello identificativo della scheda stessa.

Un escamotage pensato per evitare “giochetti” e che toglie all’elettore anche la possibilità di imbucare direttamente le schede nelle rispettive urne, un gesto che da sempre è il simbolo dell’espressione del voto: la nuova norma prevede infatti che le schede siano consegnate al presidente di seggio che a quel punto dovrà staccare il tagliando dalla scheda e confronterà la corrispondenza con quello precedentemente appuntato.

Se i codici corrispondono il presidente in persona imbucherà le schede nelle urne: senza il bollino antifrode nessuno potrà risalire a chi avrà espresso il voto di ogni singola scheda.

Una procedura senza dubbio più sicura ma che a Bergamo sta già causando code sin dalle prime ore del mattino: la verifica di ogni singola scheda, infatti, richiede del tempo e le operazioni rischiano così di dilungarsi.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da James

    Buonasera, forse chi ha scritto l’articolo si sarebbe dovuto informare meglio (principio inderogabile per un giornalista..). Leggo infatti che la “nuova” norma “toglie all’elettore anche la possibilità di imbucare direttamente le schede nelle rispettive urne, un gesto che da sempre è il simbolo dell’espressione del voto”: perdonatemi, baggianata colossale. Dal T.U. n. 570/1960: “Al momento della riconsegna della scheda, il presidente (..) deposita la scheda nell’urna” Dal 1960, non da ieri, eh..