BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, contro la Sampdoria parte la rincorsa all’Europa League

La delicata partita con i blucerchiati è diventata di un’importanza fondamentale nella lotta a uno dei posti che consentiranno di disputare la prossima Europa League

Delicatissima partita quella che attende quest’oggi l’Atalanta che ospita tra le mura amiche la Sampdoria.

In settimana la Dea è uscita anche dall’altra competizione extra campionato, ossia dalla Tim Cup, essendo stata eliminata nella semifinale dalla Juventus. La sconfitta patita nella gara d’andata aveva già compromesso, seppure non definitivamente, le possibilità di qualificazione. Sotto un’altra intensa nevicata, gli uomini di Gasperini hanno però disputato una partita gagliarda, ma nonostante questo alcuni errori dei nerazzurri (soprattutto quello di Gomez che ha colpito il palo) ed un rigore quantomeno generoso concesso ai bianconeri hanno sancito l’1-0 finale.

Da un lato c’è rammarico per l’occasione fallita, dall’altro l’orgoglio di essere arrivati sino a un passo dall’ultimo atto della manifestazione. Il risultato finale è però uno solo: la Dea non ha più nuove prove, se vuole tornare in Europa lo dovrà fare attraverso il campionato.

E qui si apre un capitolo non proprio semplice, visto che l’andamento dei nerazzurri nel massimo torneo nazionale ha fino ad ora risentito non poco dei serrati impegni negli altri eventi. Stanchezza fisica e mentale, qualche infortunio, momenti di forma non stupendi sono tutte componenti che hanno complicato il cammino in campionato.

Ecco quindi che la partita con i blucerchiati è diventata di un’importanza fondamentale nella lotta ad uno dei posti che consentiranno di disputare la prossima Europa League. Vincere questo match vorrebbe dire portarsi a 3 punti dai liguri ed allora tutto sarebbe ancora in gioco.

Ma nell’ipotesi opposta di sconfitta, la Dea si distanzierebbe di ben 9 punti dalla Samp e se il Milan dovesse vincere il derby anche i punti di distacco dai rossoneri diventerebbero gli stessi. Ergo: Europa ciao.

L’impegno è tutt’altro che semplice. Prima di tutto per quanto ho appena scritto e quindi per l’importanza della posta in palio e seconda cosa perché gli uomini di Giampaolo sono una gran bella squadra. Quadrati in difesa, veloci a centrocampo e con un duo d’attacco di prim’ordine formato da Quagliarella e Zapata.

Tra l’altro il colombiano, che è in un momento di ottima forma, era stato accostato più volte ai nerazzurri quest’estate ma alla fine è finito a Genova: credo che vista la mancanza di una vera punta in casa Dea questo giocatore avrebbe fatto davvero comodo a Gasperini.

Nella partita d’andata Cristante illuse l’Atalanta in un gran primo tempo. Nella ripresa prima proprio Zapata e poi i nuovi entrati Caprari e Linetty ribaltarono il risultato per il 3-1 finale.

Mister Gasperini schiererà la formazione migliore avendo tutti a disposizione ad eccezione di Petagna alle prese con un affaticamento muscolare.

In casa blucerchiata oltre a Bereszynski (infortunio all’adduttore), rischia di mancare anche Ramirez per una distorsione alla caviglia.

Le partite giocate in Europa hanno dimostrato che l’Atalanta può competere anche con le grandi squadre. I tifosi hanno seguito con passione la loro squadra e vorrebbero continuare a farlo anche il prossimo anno. Serve quindi una prova d’orgoglio per battere la Samp e continuare nella corsa.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.