Quantcast
"Treno da Firenze, ritardo di 7 ore e noi a bordo trattati come animali" - BergamoNews
Il racconto

“Treno da Firenze, ritardo di 7 ore e noi a bordo trattati come animali”

È stato un viaggio da incubo per un gruppo di pendolari bergamaschi. Lo racconta una nostra giovane lettrice, Simona Lorenzi

È stato un viaggio da incubo per un gruppo di pendolari bergamaschi che nella serata di giovedì primo marzo si trovavano a bordo del treno partito da Firenze alle 21.25 e diretto a Milano. Lo racconta una nostra giovane lettrice, Simona Lorenzi:

“Il treno avrebbe dovuto partire da Firenze alle 21.25, ma così non è stato poiché era già in ritardo. Arrivati in prossimità di Modena dal treno iniziano ad uscire delle scintille, così esso inizia a rallentare fino a fermarsi definitivamente.

I servizi non funzionavano, le luci non funzionavano, siamo rimasti al buio con il solo generatore di emergenza, senza cibo e senza acqua e con il personale di bordo incompetente che non sapeva dare indicazioni.

Il treno successivamente si è fermato. Dopo due ore di attesa e in condizioni di precaria sicurezza siamo stati fatti scendere e fatti camminare in mezzo si binari innevati e scivolosi e ci hanno fatto salire su un treno che arrivava da Salerno che aveva a sua volta già avuto problemi in precedenza, ed era arrivato alla stazione di Firenze SMN con 7 carrozze anziché 10. Dopo finalmente 7 ore e mezza di ritardo siamo arrivati a Milano”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI