• Abbonati
L'iniziativa

“Quando compri online pensa ai negozi sotto casa”: il messaggio affisso tra le vie di Bergamo

I manifesti, apparsi lunedì 26 febbraio, sono opera di Marco Bonini del negozio Profilo di Città Alta: "L'ho fatto per dare un segnale a chi entra per provarsi dei capi che poi comprerà su internet"

“Noi commercianti siamo quelli che vi aiutano a scegliere, che vi accolgono con un sorriso, che vi conoscono per nome e vi offrono una caramella. Riflettete quando acquistate online”. Questa è una delle frasi apparse da lunedì 26 febbraio negli spazi di pubblica affissione a Bergamo. Le parole sono di Adelio, arrivano dal web, ma la firma dell’iniziativa è di Marco Bonini del negozio Profilo di Città Alta, che di sua spontanea volontà ha voluto far affiggere il messaggio per le vie cittadine.

“Noi negozianti siamo qui sotto casa vostra, e paghiamo affitti carissimi, per abbellire le vie della vostra città ed essere comodi per le vostre passeggiate di shopping con le amiche – recita il testo affisso -. Veniamo al lavoro anche nei giorni di festa. Immaginatevi se al posto nostro non ci fosse più nulla. Forse capirete che noi negozianti non viviamo solo per abbellire le vostre strade, per farvi guardare le vetrine o per farvi provare prodotti che poi acquisterete online”.

“Una denuncia morale” la chiama il titolare del negozio di via Colleoni, un modo originale di sensibilizzare chi, come ormai spesso accade, entra nei negozi per provare dei capi di abbigliamento che poi acquisterà online: “La gente ormai non capisce che dietro a un negozio c’è un mondo vero e proprio: da noi nasce un rapporto e con noi arriva un consiglio, cose che su internet nessuno potrà mai offrire a nessuno. Siamo stanchi – continua Bonini – di far provare i nostri capi d’abbigliamento a gente che poi acquisterà online, magari dicendocelo anche”.

“Una puntualizzazione la devo fare – attacca l’imprenditore -: voglio che questa cosa resti lontana dalla politica, non voglio che qualche partito ora mi contatti per unirsi alla battaglia in vista delle elezioni”.

“Il testo l’ho trovato, quasi per caso, un giorno sul web – spiega Bonini -. Passava inosservato, nessuno gli dava la giusta visibilità. Così mi sono detto: perché non lo faccio io? Ed ecco che quel testo, con tanto di firma a tal Adelio, ora ha lo spazio che si merita. Con la speranza che il messaggio arrivi a chi deve arrivare”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI