• Abbonati
1-0 allo stadium

Il palo ferma Gomez, poi Pjanic punisce una buona Atalanta: 1-0, in finale ci va la Juve

Un calcio di rigore dell'ex giallorosso spegne i sogni di rimonta degli uomini di Gasperini, che a Torino hanno comunque provato fino in fondo a conquistare la finale di Roma

Impresa doveva essere, ma impresa non è stata. Per poco, però. L’Atalanta lascia la Coppa Italia onorandola fino in fondo, combattendo ad armi pari all’Allianz Arena di Torino contro la Juventus e mettendo più volte paura ai fortissimi bianconeri.

Gli uomini di Gasperini ci hanno provato per davvero, giocando una buonissima partita senza però riuscire a trovare quel gol che avrebbe rimesso le cose in parità.

Che sarebbe stata difficilissima lo si sapeva in anticipo. Del resto, i nerazzurri dovevano rimontare uno 0-1 davanti al pubblico di una delle squadre più forti del mondo.

Ma la sfida di Torino lascia ottime sensazioni. Su tutte, quella di aver davvero messo più volte in difficoltà la Juventus, in casa sua.

E chiede ancora vendetta il palo colpito dal Papu Gomez al 19′ della ripresa, con Buffon battuto dal pallonetto del numero 10 atalantino. La fortuna, in quell’occasione, ha voltato le spalle alla Dea.

Poi, alla mezz’ora, il calcio di rigore (probabilmente assegnato in modo molto generoso) di Pjanic ha chiuso i giochi.

Peccato, perché l’Atalanta poteva dare ancora più fastidio a questa Juventus. Ma in finale ci vanno i bianconeri.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Juve-Ata
Appunti & virgole
Atalanta ko a testa alta, ora tutti per uno per riconquistare l’Europa
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI