• Abbonati
La presentazione

L’Atalanta nella casa della Juve con un unico obiettivo: provare a conquistare la finale

Coppa Italia, i nerazzurri cercheranno di ribaltare lo 0-1 del match d'andata: Gasperini sceglie la miglior formazione possibile

Dopo il rinvio causa neve occorso domenica pomeriggio, l’Atalanta torna all’Allianz Stadium per affrontare la Juventus nella gara di ritorno delle semifinali di Tim Cup.

Chiaro che la partita di questa sera ha un’importanza maggiore rispetto a quella che sisarebbe dovuta disputare domenica scorsa, visto che è il lasciapassare per la finale. E, diciamocela tutta, in chiave europea ha un valore diverso per le due squadre.

Mentre ai bianconeri garantirebbe la possibilità di conquistarte un altro alloro (la Coppa Italia numero 13 della loro storia) ma non sarebbe determinante ai fini di una qualificazione ad una coppa europea (il piazzamento in campionato consentirà sicuramente agli uomini di Allegri di disputare la prossima Champions League), per la Dea sarebbe importantissima in vista della prossima Europa League.

L’attuale situazione di classifica sembra evidenziare che la lotta per i posti che daranno diritto all’Europa meno nobile del prossimo anno sarà accesissima. Con due aspetti importanti di cuitenere conto: da un lato l’Atalanta non “corre” così tanto come nello scorso campionato e dall’altro le rivali dei nerazzurri (soprattutto le milanesi e la Samp) stanno andando decisamente meglio rispetto a 12 mesi fa.

Se 1+1 fa 2, ecco dunque che la qualificazione dalla porta principale, ossia attraverso il campionato, potrebbe essere complicata. Quindi, perché non usare la porta secondaria, ossia la Coppa Italia? Credo che fin qui non faccia una piega, con l’unica particolarità che per arrivare alla finale sarà necessario ribaltare lo 0-1 della partita di andata con il gol segnato a Bergamo da Higuain.

Ed ecco che allora la questione si complica leggermente, perché segnare due gol a Torino sembra un’impresa titanica, salvo che i giocatori bianconeri possano essere distratti dal campionato e dalla necessità di dover rimontare un Napoli che in campionato corre come un treno.

Credo che queste mie considerazioni possano suonare più come un “desiderata” che non come una previsione, perché difficilmente i bianconeri si lasceranno ipnotizzare dai nerazzurri lasciando per strada una possibile nuova finale.

Però stiamo a vedere, tutto è possibile anche perché Gasperini non manderà certamente in campo gli undici che aveva previsto per domenica: come sarebbe finita se si fosse disputatala gara? Meglio non pensarci.

Il mister nerazzurro per il match odierno dovrebbe utilizzare la formazione tipo, mentre quellobianconero schiererà probabilmente gli undici che aveva previsto per la gara rinviata.

La speranza è l’ultima a morire: allora proviamoci fino in fondo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI