BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scrive “Un terrone in meno” su Fb per la morte di un siciliano: condannato

Il gesto è costato mille euro all'autore del post razzista

Diffamazione aggravata da odio razziale: “Sono felicissimo, un terrone in meno da mantenere”. Con queste parole un operaio torinese di 42 anni aveva commentato su Facebook, utilizzando un profilo falso, la morte di Stefano Pulvirenti, un ragazzo 17enne originario di Siracusa rimasto coinvolto in un incidente stradale che gli era costato la vita.

Il gesto è costato mille euro all’autore del post razzista: è la condanna che ha patteggiato, oltre alle spese processuali. “Quando vedo queste immagini – aveva scritto sempre l’operaio di Settimo Torinese – e so che nella bara c’è un terrone ignorante, godo tantissimo. Peccato che ero al Nord altrimenti avrei c… su quella bara bianca”. L’episodio era venuto alla luce dopo la denuncia di alcuni amici della vittima.

Dopo la condanna, il procedimento passerà ora in sede civile per la richiesta di risarcimento.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.