BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Notai, nel 2017 atti in lieve flessione: ma crescono le costituzioni di società

Il presidente del consiglio notarile, riconfermato, traccia il bilancio 2017: moderato ottimismo, con segnali positivi nei settori più legati al mondo economico.

Più informazioni su

Cala il numero complessivo degli atti stipulati, si riducono i protesti e crescono atti di trasferimento di immobili e costituzioni di società: questo, in estrema sintesi, quanto emerso dall’assemblea annuale del Consiglio notarile di Bergamo che mercoledì 21 febbraio, oltre al rinnovo dei componenti in scadenza (confermate fino al 2021 Rita Bosi e Sara Carioni) e alla conferma alla presidenza di Maurizio Luraghi, è stata anche l’occasione per tracciare il bilancio dell’attività 2017.

La fredda fotografia dei numeri dice che rispetto al 2016 sono stati 74.932 gli atti stipulati nel corso dell’ultimo anno, 1.327 in meno rispetto al bilancio di 12 mesi prima: una battuta d’arresto quasi fisiologica dopo l’impressionante crescita di quasi 7mila unità tra il 2015 e il 2016 ma che, precisano dal consiglio notarile, non rappresenta assolutamente un inversione di tendenza rispetto al trend di ripresa.

“A conferma del richiamo alla prudenza che avevo formulato in sede di commento dei dati relativi al 2016 – sottolinea il presidente Luraghi – dobbiamo purtroppo segnalare, con riferimento al 2017, una leggera battuta d’arresto del trend positivo di crescita dell’attività notarile riscontrato nei due anni precedenti. Il dato della provincia di Bergamo mostra un leggero segno negativo (-1,7%), in linea con il dato nazionale e regionale. Ma siamo comunque moderatamente ottimisti: la ripresa è a portata di mano, il numero degli atti immobiliari (compravendite e trasferimenti in genere) e dei contratti di finanziamento stipulati dai notai del distretto nel 2017 fa ben sperare”.

Ed effettivamente sono 17.195 gli atti di trasferimento di immobili, 225 in più rispetto al 2016, mentre il numero dei mutui e finanziamenti (8.846), pur in lieve flessione, è comunque sintomo di una maggiore propensione delle banche alla concessione del credito.

I dati che infondono maggiore speranza per la ripresa sono invece l’ulteriore riduzione dei protesti che nel 2017 sono stati 8.318 contro gli 8.898 del 2016 (“Lo interpretiamo come una diminuzione delle sofferenze”) e la crescita delle costituzioni di società, 2.005 lo scorso anno a fronte di 1.089 scioglimenti, specchio di un risveglio, anche se moderato, della vocazione imprenditoriale del territorio.

“Siamo ancora ben al di sotto dei numeri degli anni pre-crisi – precisa Luraghi – Ma fa piacere registrare questo dato, così come quello della moderata diminuzione degli atti di scioglimento di società”.

Un po’ meno ottimismo, invece, per l’appeal della professione a Bergamo: su 107 posti disponibili nel Distretto, attualmente sono operativi 76 notai, con 7 nuove iscrizioni nel corso del 2017. L’età media dei notai in distretto è una delle più basse, attestandosi a 49 anni: 30enne il più giovane, 74 quello più anziano. Cresce anche il numero delle donne, 23, che rappresentano oltre il 30% dei notai in distretto.

Infine tutta l’attività sociale del notariato, con l’iniziativa “Chiedilo al notaio” e le sue 405 consulenze gratuite ai cittadini in materia civile, fiscale e successoria; l’open day sulla fragilità sociale incentrata sulla legge sul “Dopo di noi”; la firma della convenzione con il Coordinamento bergamasco per l’integrazione e le iniziative sui lasciti in collaborazione con Aism e Cesvi.

 

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.