BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Furto in oratorio, il video finisce sui social: “Un caffè a chi riconosce il ladro”

Le immagini riprendono una persona davanti all'ingresso del bar San Paolo, gestito dal Consigliere comunale Simone Paganoni: "Gli abitanti del quartiere ci raccontano di furti quasi tutti i giorni"

Pensava di agire inosservato, invece è stato ripreso dalle telecamere di videosorveglianza e non solo: ora si ritrova sui social network al centro di una singolare scommessa: “Il primo che lo riconosce, avrà in premio un caffè”.

Il furto è quello perpetrato nella notte tra sabato 24 e domenica 25 febbraio al bar dell’oratorio San Paolo di Bergamo. Precisamente tra le 3,20 e le 3,31, come testimoniato dalle immagini riprese dalle telecamere.

“Poichè siamo una grande famiglia e ci piace condividere le nostre avventure siamo certi che vi gusterà sfogliare il ‘book fotografico’ del ladro e i tre video ripresi dalla telecamere – hanno scritto i gestori del bar su Facebook -. Chi è? Quanti soldi ci ha portato via? Cosa contiene il sacchetto con la refurtiva? A chi indovina un caffè in omaggio, ma a chi indovina la prima regaliamo l’intero ammontare della refurtiva”.

Segno, forse, che il bottino non è stato poi così elevato: “Circa 100 euro in monetine – spiega il co-gestore Simone Paganoni, 46 anni, tra le altre cose Consigliere comunale a Palazzo Frizzoni con la lista Patto Civico -. Il ladro ha scavalcato il cancello, poi è riuscito a scassinare la porta d’ingresso e frugare nella cassa a luci spente. In oratorio non lo abbiamo mai visto, ma che l’autore del furto sia andato così a colpo sicuro ci suona strano”.

Insieme al collega Marco Carissimi, 43 anni, farà denuncia dell’accaduto: “San Paolo è il quartiere cittadino più battuto dai ladri – fa notare Paganoni -. Quasi quotidianamente i clienti ci raccontano episodi accaduti a loro o a qualche conoscente”. E per quanto riguarda l’idea di mettere online le immagini del furto: “Nel nostro piccolo – conclude il Consigliere – speriamo di evitare che succeda di nuovo. Cerchiamo di dare una mano”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.