Quantcast
Pulizia, manutenzione e 50 nuove piante: rinasce l'anima "green" di Castel Cerreto - BergamoNews
A treviglio

Pulizia, manutenzione e 50 nuove piante: rinasce l’anima “green” di Castel Cerreto

Una serie di interventi mirati, con la messa in posa di diverse qualità di alberi tra cui frassini, querce, tigli, aceri campestri

Sono circa 50 le nuove piantumazioni effettuate dal comune di Treviglio nell’area di Castel Cerreto, la frazione trevigliese più suggestiva e caratteristica. Una serie di interventi mirati, con la messa in posa di diverse qualità di alberi tra cui frassini, querce, tigli, aceri campestri e quant’altro: tutte piante autoctone in linea con il progetto di recupero e valorizzazione del territorio legato a doppio filo alla realizzazione dell’agrimuseo orizzontale, un percorso storico – naturalistico che porta alla scoperta delle bellezze agricole della città e che proprio grazie a questi nuovi lavori si è andato ad ultimare.

“L’agrimuseo orizzontale è stato realizzato nella sua parte strutturale ma doveva ancora essere ultimato – afferma Basilio Mangano, Assessore alla Qualità della città – Per il suo completamento avevamo preso in consiglio comunale l’impegno di installare del nuovo arredo – panchine, sedute ecc – e cosa più importante di mettere a dimora una cinquantina di nuovi alberi. E’ una scelta importante perchè oltre ad essere un intervento sinergico tra assessorato alla cultura e assessorato ai lavori pubblici si tratta di un rimando all’importanza del verde espresso da sempre nel programma di mandato.”

Non solo alberature ma anche messa in posa di arredi per la sosta e soprattutto interventi di recupero, messa in sicurezza e pulizia delle zone green del “Cerreto”. In particolare i lavori di pulizia e sistemazione si sono svolti lo scorso sabato all’interno del progetto “Curiamo il bosco d’inverno” in cui una cinquantina di volontari – con la presenza di 12 associazioni e tre aziende del territorio – hanno lavorato gratuitamente per pulire e rimettere in sesto alcuni dei principali punti di interesse della frazione di Treviglio. Particolare attenzione è stata rivolta al “Bosco del castagno”, area boschiva settecentesca di particolare importanza naturalistica, che è stata rimessa a nuovo dai volenterosi lavoratori che si sono prodigati a levare sporcizia e pattume, sostituire le parti danneggiate degli arredi e sostituire i cartelloni didattici ormai usurati. Per questo tipo di iniziativa si è stimato che il comune di Treviglio ha risparmiato circa quattromila e cinquecento euro su eventuali opere di manutenzione.

“Ci ha fatto piacere che durante la manifestazione fossero presenti anche dei residenti di Castel Cerreto – afferma soddisfatto Stefano Cerea, direttore del verde pubblico – Questo sta a significare che anche loro iniziano a prendere coscienza del valore che hanno e di dove vivono. Si è creata una sinergia tra tutte le associazioni e l’amministrazione comunale con il fine ultimo di preservare questo bene comune.”

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI