Bergamo

Protestano i No Parking Fara, salta il Consiglio comunale a Palazzo Frizzoni fotogallery

Tensione nella seduta del consiglio comunale a Bergamo svoltasi nella serata di lunedì 19 febbraio.

Tensione nella seduta del consiglio comunale a Bergamo svoltasi nella serata di lunedì 19 febbraio.

A tener banco, durante l’intervento del vicesindaco Sergio Gandi riguardo l’istituzione di un osservatorio per la legalità in città, la manifestazione degli attivisti “No Parking Fara”, i quali, al grido “Vergogna” e “Chiediamo risposte” hanno interrotto i lavori della giunta e per diversi minuti hanno contestato gli esponenti della giunta comunale presenti in aula.

Fra i più contestati il sindaco Giorgio Gori, contro il quale sono stati esposti anche alcuni striscioni : “Non ti voteremo, pensa alla tua città invece che alla Regione” hanno proseguito i manifestanti, tra i quali erano presenti anche sostenitori del Movimento Cinque Stelle e Potere al Popolo .

“Impedite di compiere il proprio lavoro all’organo comunale” , ha risposto il presidente del Consiglio Comunale Marzia Marchesi di fronte alle accuse di non svolgere il proprio lavoro. Dopo diverse intimazioni ad uscire dall’aula e, dopo essersi confrontata con i manifestanti, la presidente del Consiglio ha preso la decisione di chiudere i lavori.

Impedire lo svolgimento del Consiglio comunale è un atto gravissimo, che dimostra quanto poco rispetto per le istituzioni vi sia da parte delle persone presenti che si opponevano al progetto di via Fara – commenta Marzia Marchesi, Presidente del Consiglio Comunale -. Si è visto questa sera quale considerazione queste persone abbiano del più importante organismo politico della città, democraticamente eletto, e, in generale, ribadisco che la democrazia non appartiene a chi urla più forte.”

In una nota diramata in serata i No Parking Fara affermano: “Sono passati 83 giorni da quando, il 27 novembre 2017 il Consiglio Comunale di Bergamo votava all’unanimità l’ordine del giorno n. 13. che, in relazione al contratto di esecuzione dei lavori per la costruzione del parcheggio di via Fara, impegnava la giunta “a rendere pubblici con urgenza in un’ottica di Amministrazione trasparente lo schema delle penali e di tutti gli oneri finanziari (con il dettaglio di tutte le casistiche contemplate) da sostenere da entrambe le parti come da contratti siglati dalle parti stesse, rendendo pubblico ciascun documento che quantifichi le penali ed eventuali pareri legali e tutte le valutazioni e le documentazioni acquisite. Ottantatré giorni durante i quali la giunta comunale ha sdegnosamente ignorato tale impegno”.

no parking fara
no parking fara
no parking fara
no parking fara
Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI